26.03.2015  17:21

Treni, nel nuovo contratto di servizio controlli più rigidi sulla puntualità e ispettori a bordo anche dei Foligno-Firenze

di Glenda Venturini
L'assessore regionale ai trasporti ha annunciato alcune delle novità contenute nel nuovo contratto di servizio. "Abbiamo lavorato molto a fianco dei pendolari e vogliamo continuare a farlo". Le novità che toccano il Valdarno


Controlli sulla puntualità anche alla stazione di Arezzo per le tratte interregionali, ispettori regionali anche sui Foligno. Sono due delle principali novità che riguardano il Valdarno, annunciate dall'assessore regionale ai trasporti Vincenzo Ceccarelli anticipando alcuni dettagli del nuovo contratto di servizio per il trasporto su ferro. 

"Abbiamo lavorato molto a fianco dei pendolari e vogliamo continuare a farlo - ha detto l'assessore - non solo per volontà di confronto, ma anche perché in molti casi dai suggerimenti degli utenti sono emerse soluzioni utili". Ed eccole, dunque, le principali novità, o almeno quelle che riguardano i pendolari valdarnesi. 

Puntualità
Ceccarelli ha ricordato che nel contratto saranno fissati parametri di miglioramento linea per linea, articolati per step progressivi. Progressive saranno anche le penali, che si inaspriranno con il ripetersi di ritardi, soppressioni o disservizi. Come esempio l'assessore ha citato il caso della linea Firenze-Chiusi, che oggi ha una puntualità all'89%. L'obiettivo da raggiungere attraverso il miglioramento del materiale rotabile e della programmazione è stato fissato al 92%, ma con l'ulteriore obiettivo di passare al 94% nel momento in cui sarà realizzato il sottoattraversamento di Firenze.

Penali e bonus
Novità ianche per quanto riguarda il bonus ferroviario: l'indice di disservizio sopra al quale scatta la penale scenderà dall'attuale 4% al 3%. Inoltre il bonus sarà esteso anche alle linee interregionali come la Firenze-Arezzo-Roma, dove la puntualità sarà 'presa' anche nella stazione intermedia di Arezzo.

Ispettori
Gli ispettori regionali, che controllano il rispetto dei parametri di qualità del viaggio a bordo dei treni pendolari, saranno equipaggiati con smartphone per trasmettere dati in tempo reale e velocizzare la loro elaborazione. Inoltre, grazie ad un accordo raggiunto con la Regione Umbria, gli ispettori della Toscana potranno controllare anche i treni Foligno-Firenze.
Aggiornamenti
Più di una settimana fa
Il commento del portavoce dei pendolari, Da Re
"Novità insoddisfacenti sul prossimo contratto di servizio Regione-Trenitalia. L'individuazione della stazione di Arezzo per monitorare i ritardi non ci soddisfa, perchè quando i treni in ritardo nel Valdarno arrivano ad Arezzo hanno già recuperato in parte o del tutto, e non a caso avevamo chiesto che la stazione intermedia fosse nel Valdarno. Inoltre l'accordo con la Regione Umbria per i controlli degli ispettori toscani sui treni Firenze-Foligno è da oltre un anno che lo chiedevamo insistentemente ed esula dal contratto di servizio. Infine dall'incontro di ieri non ci sono novità sulla Direttissima e sul rischio di finire con i treni sulla linea Lenta. L'unico accenno è stato quello sulla puntualità che potrà migliorare, secondo l'assessore Ceccarelli, con la realizzazione del sottoattraversamento Alta Velocità di Firenze, dimenticando però che con tutti i problemi giudiziari di questi giorni il tunnel è ben lontano dall'essere iniziato e realizzato (forse fra dieci anni?) e che il problema delle interferenze e inchini sulla linea Direttissima è a Firenze Rovezzano, "a monte" e ben lontano dall'inizio del tunnel previsto".

Cronaca

 
comments powered by Disqus
Alessio Bigini
Alessio Bigini Software/Electro Lab
Ciao a tutti, in questo articolo andremo a recensire un n...
Roberto Riviello
Controcorrente
Chi avrebbe mai pensato che una statua raffigurante Gabri...