13.06.2016  13:08

Prorogata con l'orario estivo la sperimentazione di due regionali sulla Lenta: la rabbia del Comitato Pendolari

di Glenda Venturini
Il Comitato Pendolari Valdarno Direttissima parla di "una brutta novità" e chiede all'assessore regionale Ceccarelli di chiarire alcuni aspetti: "Perché la sperimentazione continua e non ha detto nulla ai pendolari del Valdarno? Quali sono i risultati del monitoraggio dei sei mesi scorsi?"


Resta anche nell'orario estivo, entrato in vigore da domenica 12 giugno, la sperimentazione sulla Linea Lenta di due treni regionali del Valdarno. Una novità che il Comitato pendolari commenta con rabbia: "Una brutta sorpresa per i pendolari del Valdarno, la proroga della sperimentazione avviata dal 27 dicembre scorso da Trenitalia e autorizzata dalla Regione, con il parere contrario del comitato pendolari - spiega il portavoce Maurizio Da Re - lo spostamento dei due treni interregionali, 2308 e 2317, dalla Direttissima Firenze-Roma alla più lunga linea storica passante per Pontassieve doveva essere per pochi mesi, poi è durata fino a giugno e adesso continuerà ancora, col nuovo orario valido fino a dicembre".

Il portavoce del comitato valdarnese si dice molto contrariato: "Così si penalizzano centinaia di pendolari valdarnesi che utilizzano quei due treni ad alta frequentazione e si obbligano ancora a tempi più lunghi di viaggio, per questa inutile sperimentazione". E Da Re si rivolge all'assessore regionale ai trasporti, Vincenzo Ceccarelli, con una serie di richieste: "Perchè non è stato detto nulla di questa proroga, che è passata in sordina? Quali sono i risultati del monitoraggio dei sei mesi scorsi, che la Regione aveva garantito di rendere pubblici con report periodici e la massima trasparenza? Quanti mesi durerà ancora la sperimentazione, o già si intende come definitiva?".

I due treni che da alcuni mesi sperimentano la Lenta sono il 2317 e il 2308. "Il primo parte alle 19.13 da S.M.Novella e sulla Lenta allunga ufficialmente di 5 minuti l'arrivo alla stazione di Figline, previsto da orario alle 19.43, se è puntuale: mentre gli altri treni suoi simili, con la Direttissima, arrivano al minuto 38. L'altro treno, Roma-Firenze, attraversa il Valdarno a fine mattinata, parte da Figline alle 12.18 e arriva a S.M.Novella alle 12.50, con solo 2 minuti in più rispetto ai treni consimili, perché riesce a recuperare 2 minuti nella breve tratta fra Campo di Marte e S.M.Novella, a testimoniare che gli orari ufficiali prevedono tempi allungati e studiati apposta per favorire la presunta puntualità dei treni", conclude Da Re. 

Cronaca

 
comments powered by Disqus