26, Settembre, 2022

La coalizione di centrosinistra punta su Luca Canonici. “Orgoglioso di appartenere a questa città, ho accettato la sfida”

Più lette

In Vetrina

Presentato ufficialmente il candidato sindaco della coalizione di centrosinistra a Montevarchi: Luca Canonici sarà dunque lo sfidante della prima cittadina uscente Chiassai Martini. A sostenere la sua candidatura ci sono tutte le forze politiche che oggi siedono all’opposizione, una ricucitura raggiunta con un lungo lavoro ad un tavolo che dunque ha riunito nella stessa coalizione Partito Democratico, Avanti Montevarchi, Montevarchi Democratica e Movimento 5 Stelle, a cui si aggiunge anche Europa Verde Montevarchi.

Sessanta anni, tenore conosciuto a livello internazionale, grande appassionato di arte e fotografia, esperto conoscitore della storia dell’arte, in particolare proprio quella locale, Canonici è anche direttore del Museo di Arte Sacra di Montevarchi oltre che promotore di numerose iniziative nell’ambito culturale.

“Ricucire – ha detto Canonici – è un’idea che mi piace, nel teatro i vestiti vengono cuciti addosso alle persone: oggi noi il vestito lo abbiamo già, è la mia coalizione che sono orgoglioso di rappresentare, e quindi l’idea è di questo vestito che deve piano piano entrarmi addosso. Cucire e ricucire quando ce ne sarà bisogno, ma con una coalizione che ti sostiene fermamente, ed è per quello che ho accettato questa sfida, è importantissima. Metteremo in atto un ascolto capillare tra i cittadini, e il programma sarà una sintesi dei temi che stanno a cuore alle forze politiche ma anche dei temi che i cittadini reputano importanti. Già in tanti hanno iniziato ad avvicinarmi, e credo davvero che l’ascolto sia la base di tutto: delle forze politiche e dei cittadini”.

“Io – ha aggiunto Luca Canonici – sono felice di appartenere a questa città che ho sempre amato, e da quando sono ritornato ad abitare qui 30 anni fa, ho fatto di tutto perché potesse crescere attraverso il mio piccolo apporto nella cultura, e attraverso tutti voi. Mi aspetto dalla città che mi sia reso quello che ho dato nel tempo, solo per il piacere di incontrarvi e abbracciarvi per strada, per le tante iniziative che ho portato avanti. Verde, teatro, stadio: sono tra le primissime cose che i cittadini mi hanno segnalato, per farmi capire quanto siano sentite queste problematiche”.

A presentare la sua candidatura tutti i rappresentanti delle forze politiche che lo sostengono.

“Questa è una giornata importante per le forze civiche e politiche del centrosinistra di Montevarchi – ha detto Elisa Bertini, segretaria del Partito Democratico – perché dopo un lungo percorso siamo qui insieme per presentare il nostro candidato a sindaco delle prossime elezioni amministrative, Luca Canonici. Luca non ha bisogno di presentazioni, ma le merita: è un artista di fama internazionale, un montevarchino doc e un amante della nostra città. Ha portato il nome di Montevarchi in tutto il mondo e si è sempre speso per promuoverla e valorizzarla. L’essersi messo a disposizione di questo progetto dimostra il suo attaccamento a Montevarchi”.

Sul percorso politico, Bertini ha poi spiegato: “Da gennaio abbiamo avviato un tavolo di confronto aperto a tutte le forze e i movimenti politici e civici del centrosinistra di Montevarchi. Siamo partiti dal confrontarci sulle necessità della città: ci siamo resi conto che cinque anni di amministrazione Chiassai hanno minato le fondamenta della nostra comunità, sotto un profilo di rapporti. La nostra comunità è stata spesso messa l’uno contro l’altro, penso ad esempio ai Giardini Spinelli, alla mancanza di dialogo e confronto, a tutto quello che poteva essere fatto e invece ancora manca, all’isolamento di Montevarchi nel Valdarno. Noi crediamo invece nel fondamentale apporto del dialogo sia con le Istituzioni che con i cittadini. E noi come forze politiche abbiamo saputo dialogare, per arrivare a questa proposta unitaria, sicuramente non senza difficoltà: da più di dieci anni il centrosinistra non si presentava unito, e ci siamo riusciti, unendo non solo tutti coloro che siedono all’opposizione in Consiglio, ma anche altri movimenti civici. La coalizione è di rilievo nazionale e locale, e può fare la differenza grazie anche al suo candidato”.

Per Avanti Montevarchi, ha parlato il coordinatore Stefano Magi: “Questa è una tappa di un percorso per la costruzione di una coalizione forte, coerente, leale, unita, per un progetto alternativo all’attuale amministrazione, che speriamo incontri il favore dei cittadini. Il nostro giudizio sull’attuale amministrazione è negativo. Il compito di Canonici sarà dunque quello di ricucire la nostra città che si è smagliata negli ultimi anni”.

Il capogruppo del M5S, Carlo Norci: “Io credo che la partecipazione del M5S a questa coalizione abbia una valenza particolare per il nostro Movimento, perché in questo momento di riorganizzazione, come ha ripetuto anche Conte, poter partecipare a una coalizione di questo tipo è di grande importanza. Ci sono ideali diversi ma noi garantiamo che particeremo in maniera sempre positiva e propositiva, pur nel rispetto degli ideali cardine del M5S”.

Francesco Maria Grasso, Montevarchi Democratica: “Noi siamo onorati di portare avanti questo progetto politico. Per me il messaggio è ‘mai più’, e mi riferisco ad esempio alla svendita dei Giardini Spinelli, o al famoso ‘pane e olio’ ai bambini a mensa. Abbiamo lavorato in questi cinque anni all’opposizione in maniera concreta, e ora porteremo la nostra valutazione ai cittadini”.

Serena Ferraiuolo, per Europa Verde: “Siamo contenti di due risultati già raggiunti, e cioè l’unione della coalizione, che già avviene a livello nazionale, come campo largo e progressista; e la scelta di un candidato come Luca Canonici, che con la sua figura è già riferimento per la città di Montevarchi”.

Francesco Ferrucci, referente di Valdarno Montevarchi in Azione: “Abbiamo raccolto l’invito di far parte della coalizione, lo abbiamo fatto con molto piacere: aggiungo che la scelta del candidato è di spessore e quindi siamo molto contenti di fare il possibile perché possa essere eletto. L’operato dell’attuale sindaca è invece contrario ad ogni nostro principio”.

Ha collaborato Martina Giardi

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati