26, Ottobre, 2021

Chiassai proclamata sindaco per il secondo mandato: “Più emozionante della prima volta”

spot_img

Più lette

“Questa volta è più emozionante di cinque anni fa”: così Silvia Chiassai Martini ha commentato nella sala consiliare del Palazzo del Podestà la proclamazione ufficiale a sindaco per il secondo mandato. “Oggi è una vittoria sudata, perché il risultato che i cittadini hanno espresso con questa conferma di mandato è stato un giudizio, molto importante, per me, per la giunta, per i consiglieri, per tutti noi che in questi cinque anni abbiamo cercato da semplici cittadini di imparare a fare un mestiere, quello dell’amministratore, che è uno dei più difficili che si possa fare. Passione e sacrificio e un lavoro di squadra ci hanno permesso di fare un lavoro importante in un comune non semplice come è Montevarchi, così come non è semplice amministrare oggi, e oltretutto abbiamo dovuto anche affrontare la sfida di una pandemia mondiale, un periodo così difficile e complesso da gestire, senza manuali su cui studiare. Lì è emersa la passione, l’amore per la città, la montevarchinità”.

Chiassai ha poi ribadito il suo impegno per Montevarchi: “In questi cinque anni ho anche rifiutato offerte che probabilmente erano più vantaggiose per me, ma avevo il dovere di arrivare in fondo al primo mandato e ricevere il giudizio della mia cittadinanza. Sono e siamo felici che i cittadini ci abbiano ripagato apprezzando il lavoro svolto. Mi ha fatto piacere non solo ricevere questo consenso in maniera così determinata, ma riceverlo da tutti i seggi, da tutti i quartieri e le frazioni di Montevarchi. È la soddisfazione più grande”. Chiassai ha poi ringraziato tutta la squadra che l’ha sostenuta, “la corazzata Chiassai come la definisco io, tutte le persone che hanno lavorato con me, e non è semplice, che mi hanno sopportato e supportato sempre”.

 

Entro venti giorni sarà convocato il primo Consiglio comunale, quello di insediamento, mentre sui nomi degli assessori che andranno a comporre la sua nuova giunta Chiassai non si sbilancia ancora. “Ieri sono tornata in comune e mi sono messa al tavolo a lavorare, abbiamo guardato i risultati delle elezioni e adesso faremo un incontro. Naturalmente terremo conto, come è normale che sia, dei risultati delle liste, abbiamo 7 liste che sono un numero importante, in base a quello ma anche alle competenze delle persone cercheremo di attribuire le deleghe di giunta per lavorare al meglio nei prossimi cinque anni”. Chiassai ha poi elencato i prossimi impegni, in particolare i lavori pubblici da terminare, come lo stadio Brilli Peri o il Palazzetto dello Sport, o da avviare come il Palazzetto dello Sport a Levane o la scuola dell’infanzia di Levanella.

Sulla prossima Amministrazione e il lavoro del prossimo Consiglio comunale, Chiassai conclude: “Noi cercheremo sicuramente di migliorare perché abbiamo l’esperienza e abbiamo imparato dagli errori, e questo sarà un vantaggio per la città. Per quanto riguarda il Consiglio, sono cambiati gli scenari, ci sono nuove liste e un grande cambiamento: spero da parte dell’opposizione ci sia una collaborazione maggiore, sono stati cinque anni molto complicati, mai propositivi ma sempre di attacchi pesanti. Io ho cercato sempre di tenere i toni bassi ma avere cinque anni di attacchi sulla persona, sul mio essere donna, è stato pesante e di basso livello. Mi auguro che le critiche nei prossimi cinque anni arrivino sull’operato e non sulla persona. Per quanto riguarda la maggioranza, c’è l’entrata della lista Silvia Sindaco, c’è Fratelli d’Italia, c’è la conferma di Prima Montevarchi e Forza Italia, mi spiace per le liste che non sono entrate ma sono sicura che chi si è speso nella campagna elettorale continuerà a lavorare con noi dall’esterno per portare a termine gli obiettivi del nostro programma”.

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati