19, Agosto, 2022

Terza giornata per il Wag Film Festival: una riflessione su cinema e sociale. Stasera l’assegnazione del Premio Wag

Più lette

In Vetrina

Una terza giornata di tematiche sociali: prima la presentazione del progetto di in collaborazione con la Rsa di Terranuova, in serata la proiezione di “The special need” e il dibattito sul cinema, il sociale e la sessualità per i disabili. Oggi ultima giornata a partire dalle ore 15.30 e stasera l’assegnazione del Premio Wag

Una terza giornata del Wag Film Festival caratterizzata da due momenti importanti che legano il cinema al sociale, alla possibilità di quest’arte di riuscire a comunicare un messaggio più profondo e una riflessione, legata in questo caso sia al mondo degli anziani, sia ai disabili. Una giornata ricca anche di proiezioni di giovani talenti e dei loro innovativi sguardi sul cinema e le tecniche.
 
Il pomeriggio è iniziato con la sezione “Prospettive” e i cortometraggi “Sorrow” di Alessia Duranti (anteprima nazionale), “La leggenda dell’anello” di Benedetta Vitale (anteprima nazionale), “Cosa volevo dirmi” di Samuel Webster (anteprima nazionale), “M.o.M” di Margherita Premuroso (Miglior Film al Cartoons Film Festival 2014), “Secchi” di Edoardo Natoli (Miglior Cortometraggio al Voghera Film Festival 2014), “Tattoo” di Riccardo Di Gerlando (Vincitore del Platinum Award all’International Film Festival 2014 di Jakarta), “Inopinatum” di Paolo Giuliani (selezionato per i David di Donatello 2014-2015) e “Un mondo meglio che niente” di Cobol Pongide e Marco Santarelli (Menzione Speciale della Giuria al 30° Torino Film Festival).
 
A seguire, Lorella Serni e Francesca Ingold hanno presentato il progetto “Racconti e sussurri antichi” in collaborazione con la Residenza Sanitaria Assistenziale e il comune di Terranuova. Un laboratorio teatrale che si è svolto da febbraio a giugno con messa in scena finale: sul palco le due attrici hanno letto alcuni appunti e riflessioni raccolti nei mesi di attività, con l’idea di realizzare un documentario video nei prossimi mesi. A seguire, sempre legato al tema del progetto, la proiezione di “Zavorra” di Vincenzo Mineo, vincitore della sezione “Human Rights Doc” al V Festival del Cinema dei Diritti Umani di Napoli.
Secondo appuntamento, poi, con l’attività collaterale “Abbiamo lettori, cerchiamo letture” pressi il #QuasiQuasi_social cafè_ con brevi letture teatrali di opere di giovani autori del territorio di prosa e poesia.
 
Il Cinema e le tematiche sociali sono state al centro del dibattito anche della serata dopo la proiezione del film fuori concorso “The special need” di Carlo Zoratti, che affronta il tema dell’assistenza sessuale per i disabili e vincitore del Premio del Pubblico al SXSW Film Festival di Austin. Sul palco, moderati da Vanni Baldini, gli interventi di Enzo Brogi (consigliere regionale della Toscana), Lorenzo Puopolo (assessore alla Scuola e al Sociale del comune di Terranuova), Giacomo Cioni (educatore professionale – Coop.Soc. Koinè), Elena Marotta (psicologa), Gabriele Viti (ricercatore sociale) e Francesco Piomboni (counselor professionista).
 
La prima riflessione unanime da parte dei presenti è stata la consapevolezza che il cinema, come altre forme di arte, possono diventare strumenti essenziali per creare un’esperienza emotiva intorno a un tema sociale, un modo per veicolare una riflessione e una visione diversa, anche per cercare di superare il bigottismo italiano su alcune tematiche. L’assessore Puopolo ha ringraziato l’organizzazione del Festival “per l’organizzazione di un evento che può lanciare riflessioni su argomenti importanti, come quello di stasera”.
 
Giacomo Cioni, con i colleghi Elena Marotta e Francesco Piomboni, hanno illustrato il progetto portato avanti con la cooperativa: degli incontri di educazione sentimentale per le persone diversamente abili, coadiuvati dagli operatori e con il coinvolgimento dei genitori. Il consigliere Enzo Brogi, inoltre, ha raccontato come è nata la sua idea di proposta di legge regionale presentata nelle settimane scorse per l’assistenza sessuale ai disabili, “che è presente già in altri Paesi europei: in Italia dovremmo fare uno sforzo di coraggio”.
 
In conclusione della serata, Vanni Baldini e Marina Mazzocchi hanno dato l’appuntamento alla giornata conclusiva di oggi che terminerà con l’assegnazione del Premio Wag della Giuria Speciale dei giovani: dalle ore 15.30 le proiezioni per la sezione “Sguardi d’autore” con “La legge di Jennifer” di Alessandro Capitani (Vincitore del Cinemaster 2013 per Studio Universal), “Zinì e Amì” di Pierluca Di Pasquale (Vincitore della 3° Edizione del premio “Talenti in Corto” – Premio Solinas), “L’amore corto” di Valentina Vicenzini (Vincitore del Pistoia Corto Film Festival 2014), “Due giorni d’estate” di Luca Dal Canto (Miglior Cortometraggio al 10° Shakespeare Film Festival), “Ci vuole un fisico” di Alessandro Tamburini (Menzione Speciale alla Regia al Festival Cortinametraggio 2013), “Gelati e granite” di Ivano Fachin (Miglior Documentario Italiano al Festival del Cinema Europeo 2014 di Lille).
Dalle ore 17.30 la sezione fuori concorso “WagMovie” con le anteprime nazionali di “Nel momento del bisogno” di Rossella Lombardo e “Ci sono altre cose belle” di Jacopo Fontanella, oltre all’anticipazione del teaser di “Ti amo nonostante tutto” di Maurizio Morandi.
 
Alle ore 21 il film di chiusura in concorso “Vinylmania” di Paolo Campana e a seguire la presentazione della Giuria Giovani che assegnerà il Premio Wag al film vincitore. Brindisi di arrivederci al #QuasiQuasi_social cafè_.
 
Un ringraziamento a Giacomo Focardi per le fotografie.
 

Articoli correlati