16, Luglio, 2024

Figline, al via i lavori per il Parco della Gaglianella. Piantati anche nuovi alberi alla scuola dell’infanzia

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Sono iniziati i lavori per il Parco della Gaglianella a Figline: 11mila metri quadrati, 90 nuovi alberi e oltre 1.300 arbusti. Quattro zone con altrettante peculiarità: il bosco urbano, un’area giochi per bambini, un’area cani e un’area fitness.

La prima fase, che durerà circa due mesi e che ha registrato un investimento di circa 180 mila euro, riguarderà la piantumazione di alberi e arbusti, durante questa stagione di riposo vegetativo, nei due lati di via Germania, la recinzione per l’area cani, la realizzazione di camminamenti e vialetti di accesso al parco e l’installazione di alcune fontanelle per l’acqua potabile, oltre ad arredi e sedute.

Sarà un vero e proprio serbatoio di biodiversità, con aceri rossi, acacie, cipressi, frassini, meli, platani, ciliegi e altre essenze, per un totale di circa 20 diverse specie vegetali tra alberi e arbusti. Il parco sarà dotato, complessivamente, di 28 panchine, tre fontanelle dell’acqua potabile e 22 cestini per i rifiuti.

 

La seconda parte del progetto prevede invece la realizzazione dell’area giochi per i bambini e dell’area fitness (nella zona che affaccia su via Strasburgo), mentre l’intervento conclusivo sarà quello della realizzazione di oltre un chilometro di pista ciclabile, da raccordare con il tracciato della Ciclopista sull’Arno.

“Continuano sul territorio gli interventi per restituire aree verdi alla cittadinanza – spiega la sindaca Giulia Mugnai – In questo caso il Parco della Gaglianella sarà un polmone verde per la città di Figline e Incisa Valdarno. Sono oltre 180 mila euro investiti per realizzare un intervento di riforestazione urbana: saranno piantati tantissimi alberi, arbusti e siepi, un grande patrimonio verde che permetterà ai cittadini di avere a disposizione un vero e proprio parco nei prossimi anni che porterà tutte le positive ricadute del verde sulla città, dal punto di vista ambientale, della qualità della vita ma anche della fruibilità di spazi fin qui non utilizzati. Il primo stralcio prevede la piantumazione delle alberature e degli arbusti, la recinzione per l’area cani che verrà realizzata in uno degli spazi presenti, di tutti i camminamenti e vialetti di accesso al parco e l’installazione di alcune fontanelle per l’acqua potabile, così come sono previsti anche arredi e sedute, per vivere al meglio il parco. Il progetto proseguirà poi il prossimo anno, con l’area giochi per i bambini, l’area fitness e l’attrezzatura dell’area di sgambamento cani, luogo importante per questo quartiere perché non presente nei dintorni. Si finirà infine con il raccordo con la pista ciclabile che collega il centro di Figline con l’area industriale su cui la pista è già completata da diversi anni. Si tratta di un lavoro significativo che va ad accrescere la qualità di un quartiere che nel tempo ha subito i disagi del cantiere della “variantina”, oggi finalmente utilizzabile, e la criticità di alcuni immobili abbandonati ancora presenti. Anche per questo era opportuno restituire al quartiere importanti elementi di qualità della vita: il parco è sicuramente uno di questi”.

Per rimanere in tema ambientale per la Festa dell’albero sono stati piantati 10 nuovi alberi alla scuola dell’infanzia di via Piave a Figline: cinque querce, quattro ciliegi e due frassini.

Gli alberi provengono direttamente dal vivaio dei Carabinieri Forestale che quest’anno ha deciso di coinvolgere la scuola dell’infanzia di via Piave, e sono tutti georeferenziati: un modo per i Carabinieri Forestale di avere un quadro completo e aggiornato (non solo a livello locale, ma a livello nazionale) delle piantagioni effettuate. Queste nuove piantagioni fanno seguito a quelle effettuate meno di due settimane fa alla scuola dell’infanzia di San Vito a Incisa per l’apertura di Autumnia 2023, quando erano stati piantati dodici alberi acquistati appositamente dall’Amministrazione Comunale.

“Come ogni anno, il 21 novembre, festeggiamo con grande piacere la Giornata nazionale dell’albero – commenta l’assessore all’Ambiente, Paolo Bianchini, – che è sempre un’occasione importante, perché è fondamentale condividere insieme ai bambini la possibilità e l’emozione di piantare degli alberi. Pensare e partecipare a questa ricorrenza deve essere per tutti noi un elemento di rinascita e di rilancio. Con questo auspicio, ovvero con l’idea che si possa lavorare in qualche modo tutti insieme per proteggere la natura e l’ambiente, auguro a tutti e soprattutto a questi bambini, che rappresentano il nostro futuro proprio come queste dieci nuove piante, una buona Festa dell’albero”.

 

Articoli correlati