18, Maggio, 2024

Taglio del nastro per il Mercato Europeo a San Giovanni Valdarno. Al via quattro giorni di sapori e tradizioni internazionali 

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

La primavera si accende di colori, profumi, sapori e suoni internazionali a San Giovanni Valdarno con l’inaugurazione del Mercato Europeo. Oggi pomeriggio alle 17:30, con il tradizionale taglio del nastro tricolore, ha ufficialmente preso il via la manifestazione che per quattro giorni animerà viale Diaz, portando in città un’esplosione di culture e sapori provenienti da ogni parte del mondo. Ad anticipare il taglio del nastro, le prime affluenze.

L’evento, organizzato da Confesercenti Arezzo in collaborazione con il Comune di San Giovanni Valdarno, con il patrocinio della Camera di Commercio di Arezzo – Siena e il contributo della Banca Credito Cooperativo Valdarno, ospita 36 espositori provenienti da ben 16 nazioni diverse.

Dal 16 al 19 maggio, i visitatori potranno immergersi in un viaggio gastronomico che attraversa i confini di Europa e oltre. Dalle prelibatezze italiane come gli arrosticini abruzzesi e i cannoli siciliani, ai sapori esotici delle cucine sudamericane e indiane, passando per le specialità europee come i churros spagnoli e i kurtoskalacs ungheresi. Non mancheranno inoltre birre artigianali e liquori della Repubblica Ceca, che accompagneranno l’offerta culinaria rendendo ogni degustazione unica e indimenticabile.

Le variazioni al traffico 

Riccardo Roselli, responsabile Mercato Europeo:” Sono ormai 19 anni dalla prima volta. Questa è una delle città più piccole dove organizziamo il circuito e c’è sempre una grande richiesta da parte degli operatori: vuol dire che San Giovanni è una città molto interessante. Quest’anno abbiamo ampliato il mercato con alcuni banchi in più: il circuito cambia e si evolve sempre in base alle necessità che ci sono.”

Lucio Gori, vicedirettore Confesercenti Arezzo:”L’invito per tutti è quello di venire a vedere le novità e quanto cresce questa manifestazione. Confesercenti grazie alla collaborazione col circuito nazionale ha ampliato l’offerta: soprattutto una somministrazione in grado di accontentare tutti i palati.”

Maurizio Baldi, BCC Valdarno:” Sicuramente è molto bello vedere tanta partecipazione e vedere che anche le risorse messe a disposizione dalla nostra banca rendono possibili anche iniziative come questa; soprattutto in un momento come questo – così pieno di globalizzazione – vedere che un’iniziativa come questa che parla di gusto e di sapore ma anche di artigianato, viene tanto apprezzata è gratificante.”

Articoli correlati