24.09.2015  21:24

Questione uffici postali: il Tar conferma la sospensiva e condanna Poste Italiane al risarcimento delle spese

di Monica Campani
Il pronunciamento del Tribunale amministrativo regionale della Toscana riguarda solo alcuni uffici postali, tra questi quello di Campogialli. 1.500 euro riconosciuti al Comune. Continua anche il percorso politico


Primo successo per i sindaci sul fronte degli uffici postali a rischio chiusura: il Tar della Toscana conferma la sospensiva concessa lo scorso 4 settembre e richiesta dalle amministrazioni comunali supportate e coordinate da Anci Toscana. Si tratta di un pronunciamento che riguarda solo una prima parte degli uffici toccati dal piano di Poste Italiane, tra questi anche lo sportello di Campogialli. Nei prossimi giorni il Tribunale analizzerà tutti gli altri casi, compreso quello di Pieve a Presciano e di Mercatale, per i quali ha accolto il ricorso.

“Non è l’esito definitivo della questione, dato che adesso la causa verrà discussa nel merito, ma senz’altro rappresenta un primo riscontro positivo sulla fondatezza delle obiezioni avanzate dai Comuni rispetto all’agire di Poste”, spiega Sergio Chienni, sindaco di Terranuova e vice presidente vicario di Anci Toscana.

Il Tar, oltre ad aver accolto la domanda cautelare e sospesa momentaneamente la chiusura degli uffici postali, condanna Poste Italiane S.p.a. a risarcire i comuni per la spesa che hanno dovuto sostenere per effettuare il ricorso. La cifra con cui Poste Italiane dovrà liquidare il Comune di Terranuova ammonta complessivamente a 1.500 euro. Per quanto riguarda la trattazione dell’esito definitivo della causa non sono ancora state fissate date precise per l'udienza.

Continua anche il percorso politico, nel tentativo di trovare una strada extragiudiziale al piano di tagli avanzato da Poste Italiane. Proprio per questo, nei giorni scorsi, il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi ha incontrato i vertici di Poste proseguendo in una trattativa mirata a salvare i servizi offerti dagli uffici postali periferici.

Al momento, dunque, gli uffici postali di Campogialli, Pieve a Presciano e Mercatale rimangono aperti.

Cronaca

 
comments powered by Disqus