23.08.2019  23:04

Cri di Incisa senza medico anche a settembre. Ciari: "Promesse da marinaio, quelle di Saccardi e Mugnai"

di Glenda Venturini
Il consigliere di opposizione della Lega a Figline e Incisa, Costantino Ciari: "Ennesima promessa non mantenuta: anche a settembre il Punto di Emergenza Territoriale di Incisa sarà senza medico"


commenti

Data della notizia:  23.08.2019  23:04

Niente medico a bordo, al Punto di Emergenza Territoriale della Croce Rossa di Incisa, nemmeno nel mese di settembre. Le tabelle dei turni non vedono assegnazioni di medici del 118 per la postazione incisana, e si riapre così la questione finita al centro del dibattito a fine luglio. A denunciare la situazione attuale è il consigliere comunale di opposizione a Figline e Incisa Costantino Ciari, esponente della Lega, che bolla come "promesse da marinaio" quelle rassicurazioni che arrivarono dall'incontro con l'assessore regionale alla sanità Saccardi. 

"Negli ultimi giorni di luglio - ricorda Ciari - al termine di un incontro avvenuto nel Municipio di Figline, l’Assessore regionale alla Sanità Saccardi insieme alla Sindaca Mugnai assicurarono i cittadini che l’assenza del medico nel punto PET di Incisa presso la C.R.I. sarebbe stata limitata al mese di agosto e che da settembre tutto sarebbe tornato come prima. Promesse da marinaio. Infatti come si può vedere dai turni medici dell’Area Sud-Est della ASL Centro a Incisa non è prevista la presenza del medico". 

"Ci sarebbe da sorridere sull’ennesima promessa non mantenuta se non fosse a rischio la salute dei cittadini. Nel Valdarno fiorentino siamo nella condizione di avere un Medico del 118 con sede all’Ospedale Serristori che contemporaneamente all’emergenza territoriale è tenuto a svolgere anche compiti all’interno del Pronto Soccorso e inoltre all’avvio di questa procedura si toglie l’unico altro medico disponibile per la Emergenza Territoriale presente ad Incisa", commenta il consigliere della Lega. 

"È una situazione che mette gravemente a rischio la corretta gestione dell’Emergenza sanitaria territoriale sia per salute dei cittadini che per i medici operanti nel settore. Tanto che i sindacati medici FISMU e SNAMI hanno in programma per il mese di settembre lo sciopero. Alla luce di questi fatti, e delle difficoltà nella gestione del 118 e dell’Emergenza Territoriale in Toscana, dovuta ad una mancata programmazione regionale - annuncia in chiusura Ciari - il Consigliere regionale della Lega Jacopo Alberti ha predisposto una interrogazione all’Assessore Regionale alla Sanità". 

 

Politica / Sociale

 
comments powered by Disqus