31.10.2019  11:20

Bekaert, iniziato l'incontro al Mise. Presenti sindaci e istituzioni, assente il Ministro Patuanelli

di Glenda Venturini
Via all'incontro al Ministero, il Governo rappresentato dalla Sottosegretaria Todde. Accanto al Presidente della Toscana Rossi e alla sindaca di Figline Incisa Mugnai, anche altri rappresentanti delle istituzioni locali. Lavoratori in presidio sotto il Mise e ai cancelli Bekaert


È iniziato il tanto atteso incontro al Ministero per lo Sviluppo Economico per la questione Bekaert. Prima delusione, l'assenza del Ministro Patuanelli: presente per il governo la sottosegretaria Alessandra Todde. Le istituzioni regionali e locali sono invece rappresentante dal Governatore Enrico Rossi, dalla sindaca di Figline e Incisa Giulia Mugnai, e anche da Monica Marini (sindaca di Pontassieve e delegata della Metrocittà), Sergio Chienni (sindaco di Terranuova), Gloria Mugnai (consigliera di Reggello) e Fabio Gabbrielli (consigliere di Figline e Incisa), arrivati a Roma per l'occasione. 

 

Rappresentanti sindacali seduti al tavolo insieme all'azienda e all'advisor: l'incontro è decisivo, si attendono notizie chiare e concrete per il futuro. I segretari Fim e Fiom Beccastrini e Calosi, in una nota congiunta, hanno annunciato le richieste: "Che siano prorogati degli ammortizzatori sociali, perché per valutare gli interessamenti è necessario avere tempo; che il Governo valuti e si faccia garante della solidità industriale e finanziaria dei soggetti che presenteranno un piano industriale per reindustrializzare lo stabilimento di Figline; che siano salvaguardati tutti i posti di lavoro; che venga fissata già la data del prossimo incontro". 

 

 

I lavoratori sono mobilitati nell'attesa. Una parte, iscritti Fiom, ha raggiunto Roma con due pullman partiti all'alba per manifestare proprio sotto la sede del Ministero. 

Un'altro folto gruppo, principalmente iscritti Fim e Uilm ma non solo, si trova invece ai cancelli della Bekaert di Figline, nella speranza di notizie rassicuranti da Roma. 

 

 

Economia

 
comments powered by Disqus