01.11.2016  14:00

Alluvione 1966: viaggio a ritroso nel dramma attraverso gli scatti dell'Archivio storico del Circolo fotografico Arno

di Monica Campani
Due le mostre che saranno allestite in occasione del 50° anniversario dell'alluvione: dal 4 al 6 novembre in via Roma a Figline e in piazza Santa Lucia a Incisa


La forza distruttrice dell'Arno non colpì soltanto Firenze ma anche Figline e Incisa: il 14% del loro territorio fu invaso dalle sue acque. Ammontarono a un miliardo e 840 milioni di lire i danni a edifici privati, pubblici, aziende.

Il territorio di Figline e Incisa fu devastato dall'alluvione, i suoi abitanti messi in ginocchio. Furono 350 le abitazioni distrutte per un valore di 225 milioni di lire. Senza contare i veicoli privati. Ingente, poi, il danno all'economia del territorio: 161 milioni per le azienda agricole, 867 per le industrie e 377 per le realtà commerciali. 

La popolazione di Figline e Incisa colpita dall'alluvione dopo il primo momento di disperazione non si perse d'animo, si rimboccò le maniche e ricostruì la propria esistenza, il proprio lavoro. Nonostante il fango che aveva invaso ogni angolo delle due cittadine, la paura per i momenti passati, il fiume che comunque continuava a scorrere lungo i due territori e a incutere timore, la vita piano piano tornò alla normalità. Le foto dell'Archivio storico del Circolo fotografico Arno rendono bene l'idea del dramma che visse questo territorio.

E proprio quelle stesse foto saranno presenti nelle due mostre che dal 4 al 6 novembre saranno allestite in via Roma n. 2 a Figline e in piazza Santa Lucia a Incisa. Le due esposizioni non servono soltanto per ricordare il 50° anniversario dell'alluvione ma anche per sottolineare ancora una volta la necessità di intervenire per impedire che la natura stravolga ulteriormente il Valdarno.

Cronaca

 
comments powered by Disqus
Roberto Riviello
Controcorrente
Esce a gennaio il nuovo film di Checco Zalone, Tolo Tolo,...
Julian Carax
Un.Dici
Non è da tutti — almeno a queste latitudini — il privileg...