01, Luglio, 2022

Rendiconto 2021, altra fumata nera in Consiglio. L’opposizione presenta una questione sospensiva, nuova seduta il 20 giugno

Più lette

In Vetrina

Non è stato approvato nella seduta consiliare di oggi il Rendiconto di gestione 2021: il Consiglio comunale di Reggello di questa mattina è stato chiuso mezz’ora dopo l’apertura, per una questione sospensiva presentata dalle opposizioni. In sostanza, i pareri dei sindaci revisori non erano stati consegnati con i tempi di anticipo previsti dal regolamento. La seduta è stata subito riconvocata per lunedì 20 giugno, mentre il rendiconto dovrà essere approvato entro la data ultima del 23 giugno.

A nome delle opposizioni parla la capogruppo Veronica Nenci: “La normale scadenza per l’approvazione del rendiconto dell’anno 2021 era fissata per il 30 aprile 2022, ma incredibilmente l’Amministrazione comunale di Reggello non è ancora riuscita ad approvare il bilancio, rischiando seriamente il commissariamento del Comune. Tutto questo avviene mentre si susseguono i solleciti della Prefettura di Firenze, che di fronte all’inerzia della giunta comunale guidata dal sindaco Piero Giunti, si è decisa a notificare un atto formale a tutti i consiglieri comunali, intimando l’approvazione del rendiconto 2021 entro la data improrogabile del 23 giugno 2022, pena l’avvio della procedura di commissariamento del Comune di Reggello”.

“Questa mattina – spiegano i capigruppo di opposizione Nenci, Bartolini e Cicogni – il Consiglio era stato convocato appositamente per approvare questo atto fondamentale obbligatorio per legge, ma ancora una volta l’Amministrazione ha mostrato la sua incapacità nel far fronte alle normali procedure per la corretta conduzione di un Comune. I gruppi di opposizione si sono accorti che, questa volta, non erano stati rispettati i tempi per la messa a disposizione dei consiglieri comunali di alcuni importanti documenti riguardanti il parere dei sindaci revisori. Così, come gruppi di opposizione, abbiamo deciso di presentare una ‘questione sospensiva’.”.

“Inizialmente la maggioranza pareva decisa a proseguire la seduta del Consiglio comunale – commenta Nenci – ma, dopo una pausa di riflessione, il Pd e i suoi alleati hanno dovuto prendere atto, con molto imbarazzo, di questo nuovo necessario allungamento dei tempi per l’approvazione del bilancio 2021. Il Consiglio , dopo aver approvato all’unanimità la questione sospensiva da noi presentata, è stato quindi riconvocato urgentemente per lunedì 20 giugno alle ore 20. Ovvero soltanto tre giorni prima che scatti il commissariamento del Comune. Questa volta non sono ammessi errori, occorre procedere all’approvazione, anche se in extremis. Per questo, anche per sopperire ad eventuali assenze di consiglieri in ferie che potrebbero mettere a rischio l’approvazione del rendiconto 2021, è stato deciso in seguito a mia richiesta, credo responsabile, che prova come la nostra non sia una posizione “strumentale”, ma solo la precisa volontà di rispettare e far rispettare la legge, di consentire il collegamento online dei membri del Consiglio comunale che non possono essere fisicamente presenti in Municipio, così come è previsto dal regolamento dopo lo scoppio della pandemia”.

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati