20, Luglio, 2024

Un sito internet per localizzare i defibrillatori della provicia d’Arezzo: il progetto di uno studente dell’Itis per l’esame di maturità

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Manuel Salamino, studente dell’indirizzo informatica dell’Itis di San Giovanni, presenta il suo lavoro per l’esame di maturità: la realizzazione di un sito internet aperto a tutti che individua i defibrillatori della provincia d’Arezzo e fornisce indicazioni e mappa per raggiungerli

È un progetto per l’esame di maturità, oltre a un sito internet di utilità per la comunità per localizzare i defibrillatori in tutta la provincia d’Arezzo. Manuel Salamino, classe 5°A indirizzo informatica dell’Itis “G.Ferraris” di San Giovanni, presenterà alla commissione d’esame il lavoro realizzato su consiglio del professore Fabrizio Miglietta.
 
Un sito facile da utilizzare per individuare i defibrillatori, con una sezione che illustra come funzionano e quando utilizzare questi dispositivi, poi il menu dove scegliere il comune nel quale cercarli. La pagina visualizzata riporta l’elenco esatto di ogni dispositivo semiautomatico con indirizzo, coordinate Gps e il link a Google Maps.
 
“Un progetto utile in caso di necessità e molto pratico, oltre ad essere qualificante visto il mio indirizzo di studi” – spiega Manuel – “Il punto di partenza è stato il database che mi ha dato il professore con la posizione di tutti i dispositivi. Poi ho aperto il sito gratuitamente sulla piattaforma Altervista, ho realizzato il codice di funzionamento, caricando il database ricavando e strutturando i dati. Infine ho cercato e inserito le coordinate Gps per più o meno tutti i punti”.
 
“Ho consigliato a Manuel un progetto da presentare all’esame di maturità diverso da una tesina, mirato a un servizio per la comunità. Ho contattato la società Agenzia Formativa Etrusco che mi ha dato l’elenco completo dell’ubicazione dei dispositivi semiautomatici e da qui è iniziato il lavoro di Manuel”, spiega il professor Miglietta. L’Agenzia Formativa Etrusco si occupa dei corsi di formazione per l’utilizzo dei defibrillatori per il “Progetto Arezzo Cuore” a livello provinciale, in collaborazione con la Fondazione Cesalpino, la Fondazione Monnalisa e la Centrale Operativa 118 di Arezzo.
 
La società ha già inviato una lettera di ringraziamento a firma anche del Direttore della Centrale del 118 di Arezzo, “in prospettiva di un vero e proprio impiego nel contesto della rete di soccorso provinciale” e di una implementazione futura del software. Il programma può prevedere anche la funzione di gestione della manutenzione, attraverso l’invio di avvisi automatici.
 
“In questo modo sono a disposizione tutte le informazioni necessarie per individuare e raggiungere il più velocemente possibile il defibrillatore più vicino”, conclude Manuel.
 

Articoli correlati