28, Maggio, 2024

Dopo dieci anni la Provincia di Arezzo smantella definitivamente il campo base del Ponte Leonardo

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Era il 21 ottobre del 2014 quando fu inaugurato il Ponte Leonardo, collegamento in Variante alla SR69 fra i comuni di Montevarchi e Terranuova. E ci sono quindi voluti quasi dieci anni prima che la Provincia di Arezzo decidesse di smantellare in via definitiva quello che fu il ‘campo base’ del maxi cantiere per la sua realizzazione: l’opera infatti richiese allora 5 anni di lavori e un costo complessivo di 54 milioni di euro.

Dal taglio del nastro e fino ad oggi, però, a fianco del Ponte Leonardo, sul lato di Montevarchi, erano rimasti ancora i segni di quel cantiere: lo scheletro del campo base, con la recinzione, alcuni manufatti in cemento, una capanna addirittura con copertura in amianto. Ora la Provincia di Arezzo, nell’ambito di un Accordo Quadro biennale già siglato per manutenzioni varie sul proprio territorio di riferimento, ha deciso di procedere con il ripristino ambientale di quell’area dismessa.

Si legge nella delibera dirigenziale: “Si è reso necessario eseguire un Intervento di ripristino ambientale delle aree in cui insiste l’ex Campo Base Ponte Leonardo, lungo la SR 69 di Valdarno, in prossimità del Km 11+560, nel Comune di Montevarchi, che consiste demolizione di una vecchia capanna in legno, nonché  pratica per il conferimento a discarica autorizzata della relativa copertura in eternit (amianto), nonché rimozione di tutti gli elementi in cemento e cumuli di materiale inerte risultante, dalle analisi per la classificazione, come rifiuti misti dell’attività di costruzione e demolizione, pertanto se ne prevede la rimozione e conferimento a discarica autorizzata e/o ad impianto di recupero dei materiali”.

L’intero intervento di rimozione dei materiali e ripristino ambientale avrà un costo di circa 90mila euro. 

 

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati