20, Luglio, 2024

Sorpresi a spendere banconote false: arrestati padre, figlio e un cugino

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

I fatti sono accaduti alle 1.30 di notte al Vintage di Figline dove due giovani hanno cercato di pagare con una banconota falsa. Uno dei due ha reagito con calci e pugni ai carabinieri intervenuti. Arrestati per spendita di banconote false, resistenza e violenza a pubblico ufficiale e truffa in concorso

Spendita di banconote false, resistenza e violenza a pubblico ufficiale e truffa in concorso. Per questi reati i carabinieri della compagnia di Figline hanno arrestato nella notte tre persone. Si tratta di padre e figlio di 59 e 24 anni, residenti a Cavriglia, e di un parente di 35 proveniente dalla Calabria.

I fatti risalgono alle 1.30 di questa notte nel locale figlinese Vintage, sulla regionale 69. Il titolare chiama i carabinieri perchè un cliente cerca di pagare le bibite prese con una banconota da 20 euro risultata falsa dopo essere stata passata nell'apposita macchinetta.

Il nucleo operativo e radiomobile giunge sul posto, ferma uno dei due uomini e lo trova in possesso di altre cinque banconote da 20 euro con gli stessi numeri seriali dell'altra e quindi false. Mentre il giovane viene fatto salire sull'auto per andare nella caserma di via Piave il cugino urla e aggredisce i carabinieri con calci e pugni. Viene bloccato e portato anch'esso in caserma.

L'operazione, poi, continua con la perquisizione della casa di Cavriglia dove il giovane vive con il padre. In possesso di quest'ultimo vengono trovate altre cinque banconote da 20 euro sempre false e proiettili di pistola calibro 9.

I tre vengono arrestati. L'uomo viene portato nel carcere di Arezzo, mentre i due cugini verranno processati in  giornata per direttissima. Le accuse sono truffa in concorso, spendita di denaro falso e resistenza e violenza a pubblico ufficiale.

 

Articoli correlati