28, Novembre, 2022

Sindaci valdarnesi in Provincia per ricordare i caduti della Grande Guerra

Più lette

In Vetrina

Sabato 14 marzo nel Palazzo della Provincia di Arezzo la cerimonia in memoria dei caduti della Prima Guerra Mondiale in occasione del centenario. Saranno presenti tutti i Sindaci delle Provincia, le Autorità civili e militari, gli studenti e la fanfara dei bersaglieri di Montevarchi

Una cerimonia per non dimenticare e riportare alla luce un importante pagina della storia d'Italia, ricordando quello che accadde sul territorio durante la Prima Guerra MondialeSabato 14 marzo alle 9,30 nella Sala dei Grandi del Palazzo della Provincia di Arezzo, l'Istituto del Nastro Azzurro, Bersaglieri e l'Associazione Nazionale Combattenti e Reduci, con la collaborazione ed il patrocinio della Provincia di Arezzo, promuovono in occasione del centenario della Grande Guerra una solenne celebrazione in ricordo di tutti i Caduti nel primo conflitto mondiale.

All'iniziativa saranno presenti tutti i Sindaci delle Provincia, le Autorità civili e militari, gli studenti di alcune scuole della provincia di Arezzo e la fanfara dei Bersaglieri di Montevarchi. 

Furono oltre 1000 i valdarnesi che morirono nella Grande Guerra, un sacrificio di vite umane grandissimo: per questo a distanza di cento anni è importante rendere omaggio a quei ragazzi caduti per l'unità e l'indipendenza d'Italia. Dietro a quei nomi, spesso dimenticati, c'è la storia di tanti padri, figli e mariti che non fecero più ritorno alle loro case, vicende di contadini delle campagne chiamati giovanissimi a combattere in terre lontane, che si distinsero per valore ed eroismo.

Dalle lettere e cartoline dei combattenti al fronte inviate alle famiglie, che saranno lette dagli studenti, sarà possibile percepire quale fosse il loro stato d'animo e i loro sentimenti dopo anni di guerra nel fango delle trincee, sotto la neve e i bombardamenti. Durante la cerimonia, ai Sindaci sarà consegnata una Medaglia in ricordo dei Caduti nati nei rispettivi Comuni.

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati