29, Novembre, 2022

Arrivano le stelle su due ruote: domani la Tirreno Adriatico passa dal Valdarno

Più lette

In Vetrina

Contador, Nibali, Rodriguez e il sorprendente Malori: 200 campioni sulle strade della vallata per la terza tappa della “Corsa dei due mari” che domani all’ora di pranzo attraverserà la Setteponti

Maglia numero 1: il detentore del titolo, due volte vincitore del Giro, due del Tour de France, tre della Vuelta, Alberto Contador. Maglia numero 21: il dominatore dell'ultimo Tour de France, a sua volta già vincitore di Giro e Vuelta, Vincenzo Nibali. Con il 73 Mark Cavendish, con il 181 Joaquin Rodriguez. È una Tirreno-Adriatico dal livello altissimo quella che domani attraverserà le strade del Valdarno, da Poggio alla Croce e lungo tutta la Setteponti, per l'ultimo tratto della terza tappa Cascina-Arezzo.

L'edizione numero 50 della “Corsa dei due mari” è di quelle speciali. Il mezzo secolo di anzianità viene festeggiato in un anno privo di grandi appuntamenti internazionali ed è l'ultimo vero banco di prova prima dell'inizio dei tre Grandi Giri (quello d'Italia, il Tour e la Vuelta). Non c'è da stupirsi quindi se i grandi campioni hanno voluto esserci tutti o quasi. Tra gli assenti, spicca il capitano del Team Sky Chris Froome, costretto a dare forfait alla vigilia per un'infezione. Per il resto però sono più di 200 gli iscritti in rappresentanza di tutti e cinque i continenti e la gara sarà trasmessa in 156 paesi.


Speciale sarà così anche la giornata dei tanti appassionati di ciclismo del Valdarno. In arrivo dal Chianti poco dopo le 13, i ciclisti entreranno in Valdarno da Poggio alla Croce, al chilometro 82.5 dei 203 di tappa, dove sarà anche un traguardo valido per il Gran Premio della Montagna. Da lì in discesa verso Figline e poi sulla sponda opposta dell'Arno cominciando a risalire verso Castelfranco dove, imboccata la Setteponti, il gruppo la percorrerà per intero passando per Loro, San Giustino, Laterina prima di immettersi sulla regionale 69 a Ponticino e da lì proseguire verso l'anello finale ad Arezzo. La prima maglia azzurra, assegnata ieri dopo la crono inaugurale corsa a Lido di Camaiore, è andata all'italiano Adriano Malori. In gara anche il valdarnese Rinaldo Nocentini, pettorale numero 16 sopra la maglia del team francese Ag2r La Mondiale. Oggi la seconda tappa Camaiore-Cascina. La lista dei partenti.
 

Articoli correlati