29, Giugno, 2022

Raccolta firme a sostegno della preside Bacci, i genitori scrivono a Matteo Renzi. “La Regione segue la vicenda”, assicura intanto Rossi

Più lette

In Vetrina

Oltre alla raccolta di firme fra i genitori degli alunni, il Comitato della Magiotti lancia anche una petizione online a sostegno della dirigente scolastica. E alle sollecitazioni arrivate risponde il governatore Enrico Rossi: “Non è nostra competenza, ma seguiamo la vicenda”

Una raccolta firme fra i genitori dei bambini e ragazzi che frequentano l'istituto Magiotti di Montevarchi, affiancata a una petizione on line, che chiunque può sottoscrviere. Il Co.Ge.Ma., comitato che raggruppa i genitori delle scuole guidate dalla dirigente scolastica Lucia Bacci, prosegue con le iniziative a sostegno della preside. Che insieme a 15 colleghi è stata bocciata nella ricorrezione dell'esame, parzialmente annullato dal Consiglio di Stato. 

"Siamo uno dei tanti comitati e gruppi di genitori interessati dalla ben nota vicenda dei dirigenti scolastici toscani", si legge nella lettera indirizzata al premier Renzi. "In nome de ‪#‎LaBuonaScuola‬, capisaldo della vostra politica, avremmo due o tre domande da porvi. E' una buona scuola quella che insegna il prevalere della forma sulla sostanza, che… insegna che lo studio e l'impegno non pagano, che la dedizione al proprio lavoro e la professionalità non meritano alcun riconoscimento? E' buona scuola quella che sacrifica ogni principio di equità e giustizia alla peggiore burocrazia? La soluzione al pasticcio burocratico che si è creato non può essere annullare il risultato di chi il concorso lo ha brillantemente superato e il suo posto se lo è ampiamente guadagnato anche sul campo". 

L'8 maggio alle 12 verrà organizzato un presidio davanti alla sede della Giunta Regionale Toscana, in coincidenza con la consegna al Presidente della Regione delle firme raccolte dai genitori, docenti, alunni, personale Ata, comunità scolastiche tutte, a sostegno dei dirigenti scolastici toscani non ammessi alle prove orali della rinnovazione del Concorso 2011. Ci sarà anche il Co.Ge.Ma., che intanto ha ricevuto una prima risposta dal Presidente Enrico Rossi.

"Gentilissimi – scrive il Governatore – ho letto con attenzione vi rispondo con piacere così come ho risposto ad altri cittadini su questo tema. Come sicuramente sapete la competenza in materia di organici nella scuola è ministeriale e non della Regione Toscana. Posso tuttavia garantire che, anche se non è una questione in cui la Regione ha competenze di legge, la Giunta regionale è sempre stata partecipe ed attiva nel collaborare con il MIUR per cercare soluzioni alle problematiche legate al personale. L'Assessore regionale all'Istruzione Emmanuele Bobbio si è fatto più volte portatore degli interessi e delle richieste dei lavoratori della scuola con il Ministro Stefania Giannini, rendendo così fattibile una positiva interlocuzione, anche con l'obiettivo di tutelare gli interessi dei docenti toscani. Per la questione specifica del concorso dei Dirigenti Scolastici, posso rassicurarvi affermando che la Regione seguirà con attenzione ed impegno la vicenda cercando di fornire il proprio contributo perchè tutto si risolva nel migliore dei modi". 

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati