26, Novembre, 2022

Neve fino a quota 800 metri, allerta per le temperature in picchiata

Più lette

In Vetrina

È scesa nella notte e nelle prime ore di questa mattina, su tutti i rilievi intorno al Valdarno: la neve ha imbiancato Pratomagno, Secchieta ed è scesa fino a quote più basse, come a Vallombrosa e Saltino. La Regione Toscana fa sapere che la perturbazione che ha portato pioggia e neve anche in Toscana si sta allontanando verso il sud Italia ma scendono sottozero, dal primo pomeriggio di sabato 11 dicembre fino a domenica mattina, le temperature nelle zone interne, con il rischio dunque di formazione di ghiaccio nei fondovalle e sulle colline dove è nevicato.

Sul versante fiorentino del Valdarno, dal tardo pomeriggio di venerdì 10 dicembre fino alle prime ore di sabato 11 sono arrivate le prime intense nevicate su strade di competenza della Città Metropolitana di Firenze, sopra gli 800 metri. Non si sono registrate particolari criticità o problemi sui passi di tutto l’Appennino. Nelle prossime ore e in particolar modo nella giornata di domenica sono previsti forti cali delle temperature che potrebbero portare alla formazione di ghiaccio sulle sedi stradali. Per circolare sono necessarie le dotazioni invernali per tutti gli autoveicoli. Dalla Direzione Viabilità e dalla Protezione civile della Città Metropolitana, impegnate nel monitoraggio delle strade, il consiglio di portare le catene da neve se si circola sulle arterie di montagna.

In provincia di Arezzo non si segnalano criticità particolari sulle strade di competenza provinciale in Valdarno, tutte sgombre fino ai centri abitati. Spalaneve sono entrati in azione nei valichi, come quello della Crocina, della Consuma, della Verna, della Calla, di Montemignaio. La neve ieri sera si era fatta vedere anche a quote più basse, fino a Cavriglia, dove però questa mattina le strade risultano tutte sgombre.

(le foto sono della pagina facebook Pratomagno e della Metrocittà di Firenze)

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati