04, Dicembre, 2022

Fatture false, assolti in appello Tiziano Renzi e la moglie. Pena ridotta all’imprenditore Luigi Dagostino

Più lette

In Vetrina

La Corte d’Appello di Firenze ha assolto Tiziano Renzi e la moglie Laura Bovoli, genitori dell’ex premier Matteo Renzi, nel processo per le fatture false per la vicenda legata agli outlet e al The Mall di Leccio, ‘perché il fatto non costituisce reato’. Confermata invece la condanna all’imprenditore pugliese Luigi Dagostino, ma con la pena ridotta a nove mesi.

La procura generale aveva chiesto la conferma delle condanne inflitte in primo grado nell’ottobre 2019, che erano state di 1 anno e 9 mesi per i coniugi Renzi e due anni per Dagostino, accusato anche di truffa aggravata. Ma i giudici della terza sezione hanno accolto la richiesta dei difensori dei coniugi Renzi.

Al centro del procedimento ci sono una serie di fatture, pagate dalle società dei Renzi nel 2015: una da 20 mila euro dalla ‘Party’ e l’altra da 140 mila euro dalla ‘Eventi6’, entrambe per consulenze ad aziende riferibili a Dagostino. Consulenze che riguardavano lo studio di fattibilità per alcune attività nell’outlet The Mall, in Valdarno. I tre imputati non erano in aula, ieri sera, quando il presidente ha letto il dispositivo dopo quattro ore di camera di consiglio.

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati