28, Novembre, 2022

Lavori pubblici, pandemia, servizi ai cittadini: il sindaco Enzo Cacioli fa il punto del 2021

Più lette

Un primo bilancio in vista della chiusura del 2021 a Castelfranco Piandiscò: il sindaco Enzo Cacioli fa il punto dell’anno che si avvia al termine, con uno sguardo particolare proprio a quanto realizzato per il territorio. “Anche il 2021 è stato un anno segnato dalla pandemia, una situazione difficile in cui i servizi sociali del comune si sono spesi a servizio di tutti i cittadini che ne hanno avuto bisogno”.

Cacioli ricorda poi i principali interventi portati a termine: “A Pian di Scò stiamo terminando la casa della cultura nella ex Filarmonica, che sarà inaugurata in primavera; a gennaio partiremo con l’importante intervento per la nuova viabilità di Vaggio, insieme con il comune di Reggello; a Castelfranco è in corso l’intervento per la realizzazione del nuovo collettore fognario, che ha visto finalmente risolvere la situazione degli scarichi; a Faella abbiamo inaugurato con la società sportiva i nuovi spogliatoi del centro sportivo; nella montagna abbiamo realizzato con Publiacqua e Toscana Energia opere di asfaltatura con i nuovi allacciamenti ai servizi”.

Per il 2022 il sindaco aggiunge: “Colgo l’occasione per fare gli auguri a tutti i cittadini, specialmente quelli che hanno avuto più problemi e difficoltà a causa della pandemia. Come Amministrazione ci aspettiamo di crescere ancora nelle nostre attività a servizio dei cittadini. Stiamo rinnovando e incrementando il personale, sono arrivati due nuovi agenti di Polizia municipale, l’obiettivo è di far sentire più sicuri i cittadini, e in questo senso si inserisce anche l’installazione dei velobox sulla strada di Renacci; infine, stiamo assumendo quattro geometri per i servizi di urbanistica”.

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati

Ultime Notizie

Con una doppietta di Tempesti il Signa ha piegato il Figline

Seconda sconfitta stagionale per il Figline, che è stato battuto per 2-1 in casa di quel Signe che, espugnando...