20, Maggio, 2022

Sammezzano di nuovo fra i siti europei più a rischio, è in lista nell’edizione 2019 del “7 Most Endangered

spot_img

Più lette

Lo scorso anno il Castello era arrivato fra i finalisti. Quest’anno nuovo tentativo, promosso da Save Sammezzano con il supporto di istituzioni e comitato. L’istanza per la partecipazione al programma è stata avanzata a luglio 2019: ora la comunicazione che è entrato nella lista dei 14 siti in pericolo

Il Castello di Sammezzano è di nuovo nella lista dei 14 siti europei considerati in pericolo: lo ha comunicato Europa Nostra, federazione pan-europea per il patrimonio culturale, a Francesco Esposito, portavoce del Movimento civico Save Sammezzano, che aveva promosso la 'candidatura' anche nel 2018. 

Ora dunque un nuovo tentativo: si tratta della quinta edizione del “7 Most Endangered”, programma comunitario che ha l’obiettivo di individuare i siti culturali più in pericolo presenti sul territorio europeo e mobilitare, per 7 di essi, soggetti pubblici e privati affinché ne venga promosso il recupero. Sammezzano non è l'unico sito italiano: c'è anche il Parco Archeologico di Sibari, insieme ad altri che si trovano in Albania, Armenia, Repubblica Ceca, Finlandia, Olanda, Norvegia, Polonia, Serbia, Slovenia, Spagna e Regno Unito. 

L’istanza per la partecipazione al programma è stata avanzata a luglio 2019 per tramite di “Imago Mundi Onlus”, associazione culturale di Cagliari. La candidatura di Sammezzano ha ottenuto il supporto ufficiale del Ministero dei Beni Culturali, della Regione Toscana, del Comune di Reggello, del Comitato Ferdinando Panciatichi Ximenes D’Aragona e della Kairos Srl, creditore procedente della procedura fallimentare chiusa da circa un mese.  Da metà novembre, infatti, la Sammezzano Castle Srl, società proprietaria del Castello di Sammezzano, è uscita dal fallimento riottenendo la disponibilità sostanziale del bene.

"Nonostante sia il più importante esempio di architettura eclettica della nostra nazione, da molti considerato addirittura il castello più bello d’Italia, e sia da tempo oggetto di una campagna di sensibilizzazione che lo ha portato ad essere uno dei monumenti nostrani più amati e discussi di sempre – sottolinea l'associazione Save Sammezzano in una nota – il Castello permane in stato di degrado e inutilizzo da quasi un trentennio, con un conseguente peggioramento della sua già drammatica situazione strutturale. Con la sua riconferma tra i luoghi più in pericolo d’Europa, viene mandato un messaggio forte e chiaro: Sammezzano è internazionalmente riconosciuto come un sito culturale dall’elevatissima importanza storico-monumentale, e va quindi fatto il possibile per fermare lo stato di decadimento in cui versa".

A marzo 2020 si saprà se Sammezzano verrà incluso anche tra i 7 luoghi finalisti che parteciperanno al programma completo, che prevede l’organizzazione di “missioni di salvataggio” in loco, a seguito delle quali gli esperti multidisciplinari di Europa Nostra  elaboreranno dei report comprendenti idee e raccomandazioni per il recupero di ciascun sito.
 

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati