02, Dicembre, 2022

Il Pd: “Aer inefficiente, adesso la carta la differenziamo da noi”. Il padre di Renzi: “Così raddoppiamo gli 80 euro”

Più lette

In Vetrina

Il Pd di Rignano torna a criticare la gestione di Aer: “Inefficiente e poco trasparente”. E il segretario Tiziano Renzi, padre del presidente del consiglio, va al contrattacco: “Visti i problemi, la raccolta della carta la sottrarremo ad Aer e la gestiremo direttamente a livello comunale. Con i proventi della vendita, daremo buoni spesa ai cittadini che conferiscono e risorse per servizi comunali”.

La gestione dei rifiuti da parte di Aer proprio non piace al Pd di Rignano. La società ormai da tempo è al centro delle polemiche. Nelle scorse settimane anche il principale partito di maggioranza – ma anche Rifondazione e Movimento 5 Stelle in altri Comuni – hanno chiesto le dimissioni dei vertici aziendali.

"Adesso il partito lancia un nuovo affondo e lo fa con una conferenza stampa indetta dal segretario Tiziano Renzi, padre del presidente del consiglio, e dai coordinatori Fabio Venneri e Antonio Ermini: "La gestione da parte di Aer è inefficiente e poco trasparenzte. Per questo vogliamo fare la nostra parte e cambiare la gestione". A cominciare dalla raccolta della carta.

"Sul porta a porta di Rosano che è in fase sperimentale ormai da tempo, non ci vengono forniti dati. Ci sono poi molti altri problemi: per esempio il sistema delle calotte non è stato inserito nel bilancio di previsione del 2014 dalla società mista" sottolinea Fabio Venneri. 
 

Il progetto lanciato dal Pd di Rignano è quello di riportare la raccolta, inizialmente solo della carta, in mano al Comune, o nel caso non fosse possibile per la convenzione in essere, ad un'associazione del territorio. "Creeremo un punto di raccolta dove conferire il materiale. Questo sarà rivenduto direttamente ai consorzi che si occupano di riciclo mentre ai cittadini virtuosi che conferiscono la carta, verranno forniti buoni spesa da utilizzare nelle attività commerciali del paese che aderiranno all'iniziativa. Per ogni chilo portato viene assegnato un punteggio e una volta arrivati a un tot definito il cittadino potrà accedere a un premio, ovvero a un buono spesa da 80 euro. È un modo originale per raddoppiare gli 80 euro del Governo".

Parte dei proventi potranno poi essere utilizzati dall'amministrazione per la comunità" sottolinea Tiziano Renzi. 

Il progetto è già stato avviato in altre parti d'Italia ed il segretario del Pd rignanese ribadisce che "è fattibile: anche perchè conferendo carta e cartone di ottima qualità ai consorzi ci sono ricavi economici importanti". Attualmente infatti sottolinea Venneri la carta viene comperata ad oltre 80 euro a tonnellata: soldi che il Pd di Rignano – il partito coinvolgerà direttamente l'amministrazione comunale – vorrebbe incassare direttamente per poi utilizzare per il paese.
 

"In questo periodo serve creatività. Il progetto deve essere messo a punto, ma contiamo anche con i contributi dell'Anci di poterlo attuare in breve tempo, già dopo l'estate" concludono Renzi, Venneri ed Ermini.
 

Articoli correlati