29, Luglio, 2021

Cucciole dell’esodo. La storia al femminile della scuola elementare al campo profughi di Laterina, 1956-1957

Più lette

Altri racconti di umanità, professionalità e con qualche lacrima nella baracca scuola del campo n.82 di Laterina. Continuano le storie raccolte da Claudio Ausilio esule da Fiume a Montevarchi nell’ANVGD, Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia

150 alunni per la baracca scuola del campo n. 82 di Laterina, ma c’è un altro elemento da evidenziare: il fattore rosa. Le ricerche e le storie raccolte da Claudio Ausilio e E. Varutti proseguono ricostruendo un nuovo periodo dell’esperienza didattica dei ragazzi che frequentavano la scuola elementare nel campo profughi.

Siamo alla metà degli anni ’50 e nella baracca scuola fanno il loro ingresso i bimbi nati dentro il Crp, oltre agli esuli. Sono ben 150 alunni di cui l’insegnante aretina Giuliana Stoppielli scrive “Sono piccoli uomini e brave donnine, che guardano già all’avvenire con una certa serietà e che, per la loro esperienza o per l’esperienza dei genitori, mostrano di valutare in pieno quel senso di italianità per il quale hanno accettato di vivere miseramente al campo”.

 

 

“È una storia femminile di grande umanità, di professionalità e persino con qualche lacrima versata da una maestra di Rovigno – viene presentata così la storia dei ragazzi nel campo profughi – Qui ci sono le sorelle d’Italia. Il 1° ottobre 1956 inizia scuola per le cinque classi elementari al Centro raccolta profughi (Crp) di Laterina (AR) e due maestri, dei quali una è esule istriana, Pasqua Benvegnù Sponza, si trovano a fare lezione a 150 alunni.

 

 

Oltre ai numeri da capogiro, c’è un altro elemento da evidenziare: è il fattore rosa. Ci sono ben 22 femmine su 34 scolari della classe 1^ A del Crp nell’anno scolastico 1956-1957. Si può parlare quindi di cucciole dell’esodo giuliano-dalmata, perché si nota pure in altre classi della scuola elementare una prevalenza del sesso debole, rispetto ai maschietti. Dal 1948 la scuola era allestita nella prima baracca a sinistra del Crp. Pure nel 1949 la componente femminile era molto forte, soprattutto nelle classi 1^, 2^ e 5^. Le vicende del 1949-1950 sono già state descritte nel precedente articolo di Ausilio e Varutti.

Qui è possibile leggere le storie raccolte da Claudio Ausilio socio dell’ANVGD provinciale di Arezzo. Le ricerche sono state compiute grazie alle fonti orali, agli operatori e alle autorità del Comune di Laterina e dell’Istituto Comprensivo “Francesco Mochi di Levane, per la collaborazione riservata all’indagine storica.

Articoli correlati