26, Novembre, 2022

Tornano i corsi dell’Accademia della Nunziata: un vasto programma che spazia tra storia locale, diritto, arte e molto altro

Più lette

In Vetrina

Al via i nuovi corsi delll’’Accademia della Nunziata. Riprenderanno da domani, mercoledì 19 ottobre con un primo appuntamento “L’agricoltura in Valdarno, dai Medici ai Lorena” alle 17 a Palomar. I corsi, organizzati con il patrocinio del Comune di San Giovanni Valdarno, si terranno poi nella sala Acli di via Roma e tratteranno argomenti quali agricoltura, arte, storia, feste civili e religiose, tradizione, musica, comunicazione, letteratura e psicologia.

 

Il sindaco Valentina Vadi :“Con la proposta di quest’anno  l’Accademia della Nunziata si conferma essere un prezioso luogo di cultura, di riflessione e di dibattito per la nostra città e per il Valdarno. Una serie di corsi, incontri, eventi e laboratori che toccano vari campi del sapere e della cultura, e che siamo certi sapranno intercettare la curiosità, gli interessi e la voglia di approfondimento e dibattito dei pubblici più diversi. Un programma denso, ricco ed articolato che riesce a coniugare sapere teorico e sapere pratico, dottrina e utilità, e di proporre temi ed argomenti che hanno anche una ricaduta e un’importanza per la vita di tutti i giorni. Un sincero ringraziamento, quindi, all’Accademia per l’impegno nel portare avanti un’utile e proficua attività di promozione culturale, e un invito a tutta la cittadinanza a seguire i corsi, e ad avvicinarsi e a conoscere più direttamente e profondamente questa rilevante associazione che ha sede nella nostra città”.

La presidentessa dell’Accademia Paola Conti:“Tutti rimaniamo allievi della vita curiosi di apprendere e approfondire, con lo spirito dello svago, che diventa più piacevole se condiviso in presenza di altri. L’Accademia della Nunziata è una giovane associazione culturale che ha conquistato per livello di qualità un suo spazio nell’ambito del volontariato perseguendo il fine nobile dei suoi storici co-fondatori”. Il percorso prevede conferenze, visite guidate collegate ai temi affrontati, approfondimenti su eventi e occasioni educative ad esempio di cittadinanza attiva in rete con altre enti e associazioni. Presente quest’anno la storia locale, il tema del primo corso, vista l’attenzione crescente a costruire o scoprire l’ identità e l’appartenenza al territorio.

La vice presidente Anna Tani:” Il programma si divide in tre macro sezioni: storia locale e analisi del territorio, storia e diritto e arte, letteratura e cinema – queste sono state le aree che sono state di maggior rilievo negli anni passati e che cercheremo di approfondire maggiormente . Diventa fondamentale avere un aggiornamento, che non troviamo solo nel momento della relazione, ma anche in una fase di discussione e confronto sugli argomenti che trattiamo.” Come spiegato nel dettaglio dalla docente Anna Tani, il primo incontro, mercoledì 19 ottobre alle 17 a Palomar sarà tenuto dal professor Giovanni Cipriani, professore all’università di Firenze e famoso storico. “L’Agricoltura in Valdarno – Dai Medici ai Lorena”, creerà immagini descrittive delle antiche coltivazioni che hanno costituito fonte di derrate per le città vicine, in particolare Firenze,e sopravvivenza per le popolazioni residenti. Da scoprire, infatti, come fin dal XVIII secolo, la valorizzazione dei vini del Valdarno con i “Lorena” abbia contribuito a migliorarne l’economia e a creare uno dei primi marchi Doc.”

Qui il programma completo con altre informazioni.

Articoli correlati