05, Febbraio, 2023

40esima edizione per ValdarnoCinema Film Festival: aperte le iscrizioni

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Aperte fino al 5 giugno le iscrizioni al ValdarnoCinema FIlm Festival, nella sua 40esima edizione. Al concorso ci si potrà iscrivere con film di ogni genere, profotti a partire da gennaio 2021.  Tra le novità del 2022, la nuova direzione artistica affidata a Marco Luceri, critico cinematografico. Il festival, il cui comitato di organizzazione è presieduto da Luigi Nepi, docente di critica cinematografica all’Università di Firenze, si svolge con la collaborazione del Comune di San Giovanni Valdarno e del Cineclub Fedic sangiovannese, con il patrocinio della Regione Toscana e il supporto di Fondazione Sistema Toscana- Mediateca regionale toscana.

“Quaranta edizioni – ha detto Fabio Franchi, assessore alla cultura – rappresentano un traguardo importante, che colloca il festival tra i più longevi d’Italia. In questi quaranta anni il ValdarnoCinema ha saputo sempre rappresentare un punto di riferimento importante per il cinema italiano e per la cultura in Toscana, garantendo immancabilmente uno sguardo attento e puntuale sull’attualità cinematografica. Negli anni, il festival è stato capace di accogliere, e spesso persino anticipare, le linee di sviluppo più innovative e solide del cinema italiano e, negli ultimi anni, anche internazionale. Importantissimi gli ospiti che si sono succeduti nella manifestazione nel corso degli anni, tra i quali figurano importanti cineasti e maestri riconosciuti e celebrati della cinematografia italiana e non solo.”

Marco Luceri è dottore di ricerca in storia del cinema , critico cinematografico del Corriere Fiorentino – Corriere della Sera, lavora a Firenze col cinema Odeon e tiene corsi dis toria del cinema presso la Fondazione Stensen. “Sarà un’edizione all’insegna del cinema d’autore – ha spiegato Luceri – con un grande omaggio a caratterizzare tutto il festival e con incontri a diretto contatto con il pubblico. Il programma di quest’anno mira all’allargamento del pubblico di riferimento, con particolare attenzione verso le giovani generazioni, attraverso la promozione dei nuovi linguaggi dell’audiovisivo, come la Virtual Reality, per cui verrà allestita una stanza per la fruizione degli spettacoli in VR. Verrà intensificata la collaborazione con gli istituti scolastici sia durante lo svolgimento del festival, sia durante l’anno scolastico.”

Un comitato di selezione valuterà e ammetterà le opere in concorso, fuori concorso o all’interno della sezione Spazio Toscana. L’iscrizione è gratuita: il bando completo è disponibilesul sito del festival. Il primo classificato riceverà il prestigioso Premio Marzocco (dal valore di 1000 euro per il lungometraggio e 500 euro pe ril corto).

 

Articoli correlati