07, Dicembre, 2021

Da Banca Etruria agli outlet, vicende giudiziarie e coinvolgimento del Valdarno

Fatture false per The Mall: 2 anni all’impenditore Dagostino, 1 anno e 9 mesi per i coniugi Renzi. Pena sospesa

La sentenza oggi al Tribunale di Firenze. Gli avvocati difensori avevano chiesto l'assoluzione perché il fatto non sussiste; accolte invece quasi in toto le richieste del pm Von Borries

Bancarotta fraudolenta e fatture false: agli arresti domiciliari Tiziano Renzi e la moglie

Provvedimento emesso dal Gip di Firenze, riguarda i genitori dell'ex premier e una terza persona. I reati contestati riguardano tre società. La coppia è ai domiciliari a Rignano, Matteo Renzi commenta su facebook: "Ho molta fiducia nella giustizia italiana e penso che tutti i cittadini siano uguali davanti alla Legge"

Commissione su The Mall, il sindaco Benucci replica a Tozzi: “La verità è un’altra, lei non l’ha mai convocata”

Il 'caso' riaperto dopo la notizia del rinvio a giudizio dei genitori di Renzi e dell'imprenditore Dagostino per presunte fatture false su progetti per The Mall. La consigliera di opposizione ha ricordato che nel 2016 aveva richiesto una Commissione di indagine. Ma il sindaco Cristiano Benucci respinge tutto al mittente: "Fu dato un mandato alla prima commissione, della quale lei era presidente: ma Tozzi non la convocò mai su questo argomento"

Fatture false per progetti sul The Mall, rinviati a giudizio i genitori di Matteo Renzi e l’imprenditore Dagostino

Tiziano Renzi e Laura Bovoli accusati di false fatturazioni per studi un progetto di ampliamento dell'outlet, secondo i pm mai eseguiti. A giudizio anche l'imprenditore Luigi Dagostino, che in più è accusato anche di truffa. Processo dal 4 marzo

Castelnuovese, nominati i curatori fallimentari. Cinquanta i dipendenti, Cisl: “Si apre per loro una pagina difficile”

La cooperativa valdarnese dell'edilizia ha registrato, fra il 2015 e il 2016, un crollo pari al 65% del fatturato: per i giudici del Tribunale non c'erano le condizioni per saldare i debiti. Da qui la decisione di respingere la proposta di concordato e aprire la procedura del fallimento. Ma per i dipendenti la cassa integrazione finisce a giugno, e non ci sono altri rinnovi: finiranno in disoccupazione

Banca Etruria, chiesto il rinvio a giudizio anche per l’ex presidente Lorenzo Rosi: l’accusa è bancarotta fraudolenta

Si tratta del filone d'inchiesta che riguardava crediti concessi e mai rientrati nell'istituto aretino. La richiesta di rinvio a giudizio riguarda nel complesso 21 dei 22 indagati

Coam Srl verso il concordato, la Procura di Firenze aveva avanzato richiesta di fallimento

L'impresa di Andrea Bacci, con sede a Rignano, secondo le indagini affidate alla Guardia di Finanza avrebbe debiti per circa 3 milioni di euro, principalmente nei confronti di banche. L'azienda ha realizzato alcuni degli ultimi ampliamenti di The Mall

Il comitato “Vittime del salva-banche” torna a manifestare in una Laterina blindata

Sono partiti da varie zone d'Italia per ritrovarsi a Laterina: una nuova manifestazione per protestare contro l'incertezza sulle procedure di rimborso e arbitrato. Ad attendere i risparmiatori, posti di blocco e accessi controllati dalle forze dell'ordine. Impossibile questa volta arrivare alla villetta dove risiede la famiglia Boschi

Le vittime del Salva-Banche tornano a Laterina: la manifestazione domenica mattina

"Ci scusi Ministro, non sapevamo dove andare", recita il manifesto con cui i membri dell'associazione 'Vittime del Salva-banche' annunciano una nuova manifestazione a Laterina. L'appuntamento è per domenica mattina

Banca Etruria: la guardia di finanza individua una “cabina di regia” nel collocamento delle obbligazioni subordinate

I militari del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Arezzo e Firenze stanno eseguendo perquisizioni locali: l'obiettivo è quello di trovare e sequestrare la documentazione riguardante il collocamento sul mercato finanziario delle obbligazioni subordinate, emesse dalla Banca Popolare dell’Etruria e del Lazio Società Cooperativa

Banca Etruria, il commissario chiede 300 milioni di euro di danni agli ex amministratori

Lettera del commissario liquidatore agli ex amministratori di Banca Etruria: chiesti complessivamente 300 milioni di euro di risarcimento danni. Un mese di tempo, altrimenti Giuseppe Santoni annuncia l'azione di responsabilità.