29.02.2016  16:27

Uffici postali e ricorso al Tar, il sindaco di Bucine ottimista: "Importante segnale la sentenza a favore del comune di Cinigiano"

di Federica Crini
Ad aprile saranno affrontati i ricorsi anche di altri comuni contro la chiusura di uffici postali minori, tra cui tre in Valdarno. Il sindaco di Bucine ha sottolineato la propria fiducia su una conclusione positiva anche per lo sportello di Mercatale: "Cinigiano era il ricorso pilota"


L'ufficio di Mercatale (immagine da Street View)
La sentenza del Tar Toscana a favore del comune di Cinigiano, che aveva fatto ricorso contro la chiusura dell’ufficio postale, fa ben sperare anche le altre amministrazioni coinvolte, tra cui quella di Bucine: il prossimo 6 aprile, infatti, il Tar esaminerà altri ricorsi, tra cui quello di Bucine per il futuro dello sportello di Mercatale.
 
“Cinigiano, in provincia di Grosseto, era il ricorso pilota: si tratta di un segnale importante di riconoscimento del pubblico interesse che gli uffici postali esercitano nei nostri territori”, ha aggiungo il sindaco Tanzini, che si è dichiarato fiducioso e sicuro su un esito positivo anche Mercatale. Il caso di Cinigiano è stato il primo seguito dall’avvocato Gabriele Melani di Firenze, lo stesso legale che ha curato anche il ricorso di Bucine.

Nei giorni scorsi era intervenuto anche Oreste Giurlani, presidente di Uncem Toscana, definendo la sentenza del Tar "una vittoria epocale per i Comuni piccoli, montani e rurali, ma anche e soprattutto per i cittadini e per i territori". Ad aprile, oltre al ricorso del comune di Bucine, sarà discusso anche quello dei comuni di Pergine, per l'ufficio postale di Pieve a Presciano, e di Terranuova per Campogialli.
 

Cronaca

 
comments powered by Disqus