14.04.2017  12:36

Serristori, sarà mobilitazione. Il 20 aprile la riunione operativa di Cobas, Comitato, Calcit e altre associazioni

di Glenda Venturini
Si chiamano a raccolta famiglie e mamme, in particolare, per dire no al trasferimento della pediatria. "Prepariamo iniziative di protesta e di mobilitazione"


Hanno già messo in moto la macchina della mobilitazione, i protagonisti della lotta a tutela del Serristori. Lo avevano promesso, i Cobas, fin dal momento in cui fu resa nota la notizia del trasferimento della pediatria: e così è stato. Ieri, 13 aprile, si è tenuta la prima riunione, di questo percorso.

Seduti allo stesso tavolo il “Comitato Salvare il Serristori”, il Calcit, Mcl Fanin, Acli Uniarno e i delegati Rsu Cobas della Asl Toscana Centro: "L'obiettivo - spiegano - è stato di predisporre un calendario di iniziative al fine di impedire la chiusura del pronto soccorso pediatrico dell’Ospedale Serristori".

Il primo appuntamento dei promotori dell’iniziativa consterà in una riunione operativa il 20 aprile alle ore 21 nella sala del Consiglio del Comune di Figline e Incisa, nella quale si chiamano a raccolta "le mamme, le famiglie e i lavoratori del presidio ospedaliero Serristori". In quella sede saranno stabilite le successive iniziative di protesta e mobilitazione: "Iniziative a difesa dell’attuale servizio pediatrico, in attuazione dei patti territoriali del 2013, e per rivendicare il ruolo del Serristori quale ospedale per acuti in grado di rispondere alla urgenze e ai bisogni sanitari della popolazione", chiude la nota dei Cobas.

Sociale

 
comments powered by Disqus