30.11.2016  19:10

Niente svolta per la Sangiovannese e il futuro è un rebus

di Michele Bossini
Perpignano, Sorvillo e Carabellò non si sono fatti da parte


commenti

Data della notizia:  30.11.2016  19:10

Il passaggio della Sangiovannese dalle mani di Perpignano, Sorvillo e Carabellò a persone del posto che potevano garantire l'arrivo alla fine del campionato è saltato. Come previsto, nel  pomeriggio di oggi il primo cittadino di San Giovanni Maurizio Viligiardi e Giuseppe Perpignano si sono incontrati per la  consegna del verbale dell'assemblea che sanciva le dimissioni della vecchia società e l'ingresso dei nuovi soci  indicati dal comune, ma le cose sono andate diversamente e l'imprenditore ligure ha parlato di problemi: pare  che Sorvillo non abbia firmato, che i giocatori gli abbiano chiesto lo svincolo, nonostante abbia affermato di avere trovato uno sponsor che gli permetterebbe di sanare tutti i debiti e salvare la stagione.

Apprese questa parole, un  Viligiardi stizzito se ne è andato e le sua parole sono di fuoco: "Non contento di aver preso in giro giocatori, albergatori e ristoratori continua pure a farlo anche verso le istituzioni. Con questa gente -dice Viligiardi- non voglio avere più nulla a che fare, se sono  interessati a fare calcio a San Giovanni lo facciano ma non vengano a cercare il sindaco. Da  un mese stavamo cercando di trovare una soluzione, c'era un progetto che poteva funzionare, non ho capito cosa vogliano queste persone". Nei prossimi giorni il primo cittadino contatterà gli uffici legali per valutare se ci sia  o meno la possibilità di procedere con la revoca della concessione dello stadio, vittima di un degrado che da quanto c'è stato l'avvento della nuova dirigenza è aumentato.

Che cosa possa riservare il futuro è più difficile da capire  di un rebus e  in questa situazione anche organizzare la trasferta di domenica a Correggio non è facile.

 

Sport

 
comments powered by Disqus