23.11.2019  10:48

Bekaert, Calosi (Fiom): "Non siamo sorpresi dalla posizione dell'azienda, ora serve unità sindacale per la proroga della Cig"

di Glenda Venturini
Il segretario della Fiom Cgil commenta l'incontro di ieri in Confindustria, nel quale è emerso lo scetticismo della Bekaert sulle possibilità di un piano di reindustrializzazione. "Noi avevamo fin da subito espresso perplessità. Per questo serve più tempo"


Nessuna sorpresa per la Fiom Cgil all'indomani dell'incontro in Confindustria per la vertenza Bekaert, nel corso della quale è emersa una posizione dell'azienda dubitativa sulla reale possibilità di attuare un piano di reindustrializzazione. A parlare è il segretario provinciale Daniele Calosi: "Come FIOM non siamo scandalizzati da quello che è venuto fuori dall’incontro presso Confindustria Firenze". 

"Avevamo già comunicato il 31 ottobre, dopo l’incontro al Mise, le nostre perplessità, espresse poi all’assemblea unitaria di tutti i lavoratori Bekaert deli scorso 8 novembre a Figline", ricorda Calosi. "A maggior ragione oggi chiediamo a Fim e Uilm di attivarsi assieme a noi, nei confronti del Governo per chiedere la convocazione del tavolo e tutti insieme con forza anche la proroga degli ammortizzatori sociali". 

Per il segretario Fiom, infatti, la proroga è la "condizione necessaria per avere ancor tempo, utile per valutare ogni piano industriale teso alla  reidustrializzazione, che salvi tutti i posti di lavoro". 

Economia

 
comments powered by Disqus