06.05.2015  11:49

Anticipo d'estate, i pendolari chiedono di controllare le temperature delle carrozze. E domani incontrano Ceccarelli

di Eugenio Bini
Le temperature estive di questi giorni hanno riportato alla luce i problemi dei condizionatori all'interno dei treni: carrozze con temperature roventi, in alcune invece troppo rigide. Ceccarelli chiede a Trenitalia di accendere i condizionatori. Domani incontrerà i comitati pendolari toscani per il nuovo contratto ponte con Trenitalia.


Arriva il caldo estivo e scoppiano, come ogni anno, le prime polemiche per le temperature all’interno dei convogli.
 
Sui treni valdarnesi la situazione è molto variegata. Diversi pendolari hanno denunciato la mancanza dell’aria condizionata all’interno delle carrozze, con l’impossibilità anche di aprire i finestrini blindati. Su altri convogli invece la situazione è diametralmente opposta e gli utenti segnalano temperature troppo rigide.
 
Se continuate con questi forni, pardon treni, almeno la metà dei viaggiatori pendolari abbonati paganti non ci arriverà a giugno” sottolinea ironicamente un utente sulla pagina facebook del comitato Valdarno Direttissima. In ogni caso l’assessore regionale Vincenzo Ceccarelli, dopo le segnalazioni pervenute da altri territori oltre al Valdarno, ha chiesto ieri a Trenitalia “di anticipare l'accensione dei condizionatori, rispetto a quanto previsto dalle regole vigenti. Quando è caldo, non si può far viaggiare i passeggeri dentro vagoni sigillati, senza condizionamento. E' una regola di buon senso”.
 
Domani intanto proprio l’assessore Ceccarelli incontrerà i comitati pendolari toscani per discutere del nuovo contratto ponte con Trenitalia, la cui firma è annunciata a breve.

Cronaca

 
comments powered by Disqus