28, Settembre, 2022

Tutti a cena per i bambini del Saharawi, ai “Tribbi” la raccolta fondi per il progetto “Piccoli Ambasciatori di Pace”

Più lette

In Vetrina

La cena collettiva di raccolta fondi a sostegno della causa Saharawi si è tenuta all’agriturismo “I Tribbi” ad Ambra, frazione di Bucine, con un’ampia partecipazione. Presenti 9 bambini e due accompagnatori provenienti dai campi profughi algerini

Tante persone per incontrare e cenare assieme ai bambini del Saharawi; facenti parte del popolo del Sahara occidentale, essi sono inseriti nel progetto "Piccoli Ambasciatori di Pace", che, oltre a dare visibilità a questo popolo, spesso ignorato, ha lo scopo di prestare assistenza sanitaria ai bambini, sottraendoli alle temperature proibitive d'estate nel deserto.

Ospiti nove bambini e due accompagnatori provenienti dai campi profughi algerini, che hanno trascorso la serata in contatto con i partecipanti intervenuti presso l'agriturismo "I Tribbi", ad Ambra, frazione di Bucine, luogo dove si è svolta la cena collettiva di raccolta fondi.

 

 

"È stata una bellissima serata, è sempre una gioia poter creare un legame e avere un rapporto diretto con questi bambini – ha detto Fabio Salvini dell'Associazione Valdarnese di Solidarietà con il popolo Saharawi – vorrei ringraziare tutti coloro che hanno reso possibile l'evento: i proprietari dell'agriturismo I Tribbi, gli amici del Comitato Festa e Fiera di San Salvatore e la Coop di Bucine per il sostegno. Il ricavato dell'evento contribuirà alla realizzazione di una Cooperativa di Autoconsumo nella città di Tifariti, che potrà dare lavoro alla comunità locale. Un piccolo gesto che riveste di un importanza particolare: la questione Sarahawi è tutt'ora irrisolta, questo popolo continua a subire soprusi e a vivere nell'ingiustizia e nell'indifferenza generale e riteniamo, perciò, che sia doveroso dare sostegno e visibilità alla causa."

 

Articoli correlati