15, Agosto, 2022

Turismo, l’estate parte bene nell’area fiorentina: a giugno numeri in crescita nella Metrocittà

Più lette

In Vetrina

Nei comuni della provincia di Firenze, compreso il Valdarno, si registra un incremento del 2% negli arrivi e nelle presenze, rispetto a giugno 2017. Cresce anche l’offerta ricettiva

Giugno positivo dal punto di vista turistico per la città Firenze ma anche per l'intero territorio della Metrocittà, Valdarno fiorentino compreso. Parte bene l'estate, sia nel confronto con giugno 2017 che a livello semestrale: nei primi sei mesi del 2018 l'incremento complessivo delle presenze rispetto al primo semestre 2017 è del +3,3 per cento in tutta la Città Metropolitana di Firenze, passando dai 6 milioni e 770 mila nel 2017, ai 6 milioni e 994 mila nel 2018.

A livello mensile, invece, nel territorio della Città Metropolitana l'incremento delle presenze rispetto a giugno del 2017 è stato del 2 per cento. Su un campione di 2100 strutture si sono potuti verificare 1 milione e 587mila presenze (cioè pernottamenti) nel mese di giugno di quest'anno, contro 1 milione e 556mila a giugno 2017, con la curiosità che crescono soprattutto le presenze di turisti italiani, in questo mese (anche se le presenze straniere rimangono molte di più di quelle italiane, circa il triplo). A livello di strutture, si registra infine un incremento ricettivo del 2 per cento. 

"I dati raccolti dalla Città Metropolitana rielaborati dal Centro studi turistici – spiega Marco Semplici, consigliere delegato al turismo – dimostrano l'attrazione che suscitano Firenze e il suo territorio. È aumentata l'offerta ricettiva in rapporto alla quale le presenze si stanno assestando, con un incremento delle strutture extralberghiere. Le presenze aumentano nella provincia e questo dice che si sta sviluppando un sistema virtuoso in cui criteri di economicità vengono calibrati anche con la scoperta di luoghi che non sono solo il capoluogo". 

 

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati