05, Febbraio, 2023

Torna il mercato del sabato al completo ma in piazza Palermo

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

La decisione, in accordo con gli ambulanti, è stata presa perchè possano essere garantite le condizioni di sicurezza e controllo degli accessi previste della normativa, e perché i banchi possano essere raccolti in un unico luogo

Riparte al completo il mercato settimanale di San Giovanni sabato 23 maggio ma si sposta in piazza Palermo.

L’Amministrazione di San Giovanni Valdarno ha scelto di spostare, temporaneamente, il mercato del sabato in Piazza Palermo, nella zona dello Stadio tenendo quindi conto della normativa nazionale e regionale ad ora vigente. La decisione, a seguito di indagini esplorative e in accordo con le categorie degli ambulanti, è stata presa perché possano essere garantite le condizioni di sicurezza e controllo degli accessi previste della normativa, e perché i banchi degli ambulanti possano essere raccolti in un unico luogo.

“Il mercato del sabato, che è un appuntamento importante per San Giovanni e per i sangiovannesi si sposta nella zona di piazza Palermo a causa dell’emergenza Covid-19 e per rispondere alle norme di sicurezza e al controllo degli accessi previsto dalla legge – ha dichiarato Valentina Vadi, sindaco di San Giovanni – Insieme alle associazioni di categoria abbiamo condiviso questa nuova e insolita collocazione ma ci siamo presi l’impegno, tuttavia, di trovare, quanto prima, una soluzione che possa consentire di riportare il mercato del sabato mattina in Centro Storico, nel suo luogo abituale e naturale. Si partirà sabato 23 Maggio con la nuova collocazione del mercato in piazza Palermo”.

Controllo e prevenzione quindi sono due chiavi importanti per tornare gradualmente alle abitudini sangiovannesi legate allo shopping, ma anche responsabilità e rigore saranno alla base della buona riuscita delle nuove modalità di svolgimento del mercato del sabato. "Ai cittadini si chiede infatti collaborazione nel rispetto delle regole di sicurezza, unica condizione per tornare alla normale vita quotidiana. Si ricorda di mantenere sempre la distanza di sicurezza interpersonale di 1,8 m, di indossare la mascherina protettiva (non obbligatoria per bambini sotto ai 6 anni di età) e di mantenere una corretta igiene personale e respiratoria; se non si ha la possibilità di lavarsi le mani utilizzare una soluzione disinfettante, è necessario starnutire nel gomito e non toccarsi occhi, naso o bocca prima dalle loro detersione".

Articoli correlati