10, Agosto, 2022

San Giovanni, consigli comunali e commissioni anche in videoconferenza. Pierazzi: “Possibile grazie alle nostre proposte”

Più lette

In Vetrina

Approvato a San Giovanni il “regolamento per lo svolgimento in videoconferenza e in modalità mista delle sedute del consiglio comunale e delle commissioni consiliari”. Il capogruppo del Movimento 5 Stelle, Tommaso Pierazzi, commenta la realizzazione di uno dei punti del proprio programma elettorale 2019.

“Dopo due anni dalla presentazione della nostra mozione, oggi è stato approvato il regolamento per le sedute in remoto. A San Giovanni Valdarno il movimento 5 stelle è stato vero e proprio antesignano sul tema che ricordo anche la stessa ANCI si espresse successivamente al nostro documento. E tra l’altro andando nella nostra stessa direzione. Era luglio 2020 in piena pandemia quando presentai la mozione che oggi, dopo due anni di discussioni, arriva nella sua stesura definitiva per l’approvazione in consiglio comunale. In questi anni la discussione ha avuto una duplice finalità, prevedere la regolamentazione delle sedute “in remoto” anche in periodi di non emergenza e la possibilità di poter avviare in modo permanente la diretta streaming”.

“Grazie alle nostre proposte adesso tutto questo sarà possibile. Infatti in futuro l’utilizzo delle piattaforme in modalità “remoto” permetteranno la partecipazione anche di chi potrebbe risultare momentaneamente impossibilitato a recarsi al consiglio comunale o alla commissione “in presenza”, prevedendo una forma “mista” di partecipazione. Inoltre questo regolamento permetterà al nostro Ente Comunale di adeguarsi ai nuovi standard nazionali quali la digitalizzazione della pubblica amministrazione. Noi consiglieri comunali svolgiamo il nostro compito istituzionale pur continuando a svolgere un’attività lavorativa e professionale che spesso si intreccia con gli impegni consiliari.
Questo nuovo strumento permetterà maggiore partecipazione rivalutando e promuovendo anche in via digitale il ruolo centrale del consiglio comunale nella vita della nostra città”.

Pierazzi conclude con un auspicio: “Mi auguro che questo documento sia ripreso da tutte le amministrazioni comunali dove ancora non esiste questa opportunità”.

Articoli correlati