26, Settembre, 2022

Rotatoria al casello, lavori ancora non conclusi. Grandis (M5S): “Inadeguata la stessa Città Metropolitana”

Più lette

In Vetrina

Il consigliere reggellese torna a focalizzare l’attenzione sul cantiere davanti al casello autostradale, e attacca la Metrocittà: “Non è stato rispettato nemmeno l’impegno a terminare l’opera entro la fine dell’anno”

Un cantiere ancora aperto per un'opera incompleta: è la situazione della rotatoria al casello di Incisa Reggello che, seppur aperta al traffico dopo mesi di ritardo, non è ancora stata completata con le rifiniture necessarie. A riaccendere i riflettori è il consigliere comunale del Movimento 5 Stelle di Reggello, Roberto Grandis, che tra l'altro segnala i rischi e la pericolosità legati a questa situazione: "In una serata di nebbia è facile persino imboccare la rotatoria nella corsia sbagliata, ossia in contromano, nel tratto che va da Incisa verso Reggello, complice una scarsa illuminazione ed una segnaletica assente". 

"Ricordiamo – aggiunge Grandis – che l’opera doveva essere finita a giugno dall’inadeguata ditta appaltatrice dei lavori, ma ancora giace senza asfaltatura idonea, segnaletica orizzontale e verticale e cosa essenziale senza una adeguata illuminazione. Forse il dirigente della Città Metropolitana Ferrante si è già dimenticato l'impegno a terminare il lavori per fine 2019. Pensiamo che la gestione da parte della Metrocittà sia inadeguata, poco presente sul territorio e non risponda alle esigenze della viabilità nel Valdarno: lo ha dimostrato anche recentemente, con la mancata attenzione allo spargimento del sale in occasione delle gelate sulle strade". 

Da qui la provocatoria richiesta di Grandis alla Metrocittà: "Pensate di farcela a mettere in sicurezza e rendere usufruibile al meglio la rotatoria per la fine di giugno, oppure è più sicuro il completamento dei lavori per il 31 dicembre 2020?". 

 

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati