01, Ottobre, 2022

Ospedale del Valdarno, Chiassai: “Accolte dalla Asl le mie richieste. Più dispositivi e maggiore informazione”

Più lette

In Vetrina

Incontro con il Dirigente della Ausl e il Prefetto di Arezzo: accolti alcuni punti, sollecitati dopo il caso dei 7 contagi alla Gruccia. Una serie di impegni assunti per garantire maggiore sicurezza all’interno del presidio, e più chiarezza

Dispositivi di protezione individuale sempre a disposizione, sanificazione degli ambienti, ma soprattutto una informazione più immediata ed esaustiva agli operatori che lavorano proprio in ospedale, sui casi di contagio: sono alcune delle richieste che il sindaco di Montevarchi Silvia Chiassai Martini ha presentato al Direttore della Ausl Toscana Sud Est, D'Urso, in un confronto avvenuto oggi in seguito al caso dei 7 contagi all'interno del Santa Maria alla Gruccia. 

"Sono state accolte dal Direttore generale sette proposte precise – ha detto Chiassai dopo l'incontro – prima di tutto, una serie di incontri informativi tra la Direzione e i rappresentanti del personale ospedaliero, per aggiornamenti costanti sui casi positivi, i procedimenti di sanificazione, i quantitativi di dispositivi di protezione personale che arrivano in ospedale; in secondo luogo, i lavoratori sanitari saranno avvisati tempestivamente dell'esito del tampone a cui sono stati eventualmente sottoposti". 

"Terzo punto: ogni settore avrà i dispositivi previsti (mascherine, guanti) per un uso esclusivamente quotidiano. Quarto punto: ho richiesto la sanificazione di tutta la chirurgia, che avverrà entro oggi. Quinto punto: da oggi saranno esaminati ad Arezzo il doppio dei tamponi, passando da 120 a 240, aumentando le ore lavorative e tenendo attiva la procedura H24. Sesto punto: i lavoratori risultati negativi al tampone, dopo che un collega è invece risultato positivo, devono per decreto governativo continuare a lavorare; saranno sottoposti a un nuovo tampone a distanza di 7 giorni". 

Infine, il settimo punto: "Da oggi il Direttore generale informerà quotidianamente tutti i sindaci sulla situazione dei contagi e degli ospedali principali, e ogni pomeriggio sarà diffuso un comunicato stampa per informare anche tutta la popolazione". 

Articoli correlati