13, Luglio, 2024

Non c’è solo Enrico Rossi. Per un presidente scelto dai cittadini e non dai partiti

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Il Valdarno alla prova delle primarie: parte la raccolta firme a sostegno di Luciano Modica, per la presidenza della Regione Toscana

In Valdarno parte la sfida per le primarie regionali: venerdì 23 gennaio, alle 18.00, presso la Casa del Popolo di Montevarchi, il comitato Valdarno Possibile insieme ad un gruppo di cittadini iscritti al Partito Democratico lancia la raccolta delle firme a sostegno della candidatura di Luciano Modica per la presidenza della Regione Toscana. Per un presidente e per un consiglio regionale scelti dai cittadini con le primarie e non dai partiti.

“Toscana Domani, progettiamo la regione del futuro”. È con queste parole che Luciano Modica, già Rettore dell’Università di Pisa e membro del Consiglio Superiore della Magistratura, lancia la sua sfida ad Enrico Rossi per la presidenza della Regione Toscana. Una nuova Toscana, che faccia tesoro del suo territorio, delle straordinarie capacità dei suoi cittadini, anche dei risultati raggiunti dalle amministrazioni precedenti, ma che si apra alla partecipazione, al controllo dei cittadini, alla totale trasparenza. Una regione che si proietti sull’innovazione, che faccia della regione la leader in Europa del lavoro e del lavoro di qualità. Una sanità vicina al cittadino e disegnata sui territori e non concentrata sulle tre università. Una Toscana con maggiore autonomia e responsabilità per le diverse realtà locali e non accentrata dal sul capoluogo regionale.

"Un sistema degli aeroporti integrato, senza sprechi e concorrenze inutili tra Firenze e Pisa e senza rischi per l’ambiente, il paesaggio i cittadini. Questi i punti fondamentali della nuova Toscana proposta da Modica.

Incontro venerdì 23 gennaio, ore 18.00, Casa del Popolo Montevarchi, iniziando la raccolta delle firme a sostegno della candidatura.

Articoli correlati