09, Agosto, 2022

“Nessuna persona è stata autorizzata dal comune a chiedere donazioni”. Avviso a Bucine contro le truffe a domicilio

Più lette

In Vetrina

Con le festività natalizie tornano alla luce segnalazioni di tentativi di truffa a domicilio: soggetti che si presentano nelle abitazioni a nome del comune o di altri enti per chiedere una donazione. L’avviso del sindaco Tanzini: “Il comune di Bucine non ha autorizzato nessuno, massima vigilanza e avvisate subito episodi simili”

Il comune di Bucine ha emesso un avviso per allertare la cittadinanza su possibili casi di truffe a domicilio: persone che si presentano nelle abitazioni per chiedere contributi e donazioni in denaro per conto dell'amministrazione. “Nessun soggetto, associazione o ente è stato autorizzato. Con l’avvicinarsi delle feste natalizie si sta registrando un aumento di richieste di aiuto da parte di persone spesso senza scrupoli, al solo scopo di approfittare della buona fede delle persone, soprattutto gli anziani”.
 
Il sindaco Pietro Tanzini invita i cittadini a segnalare immediatamente casi sospetti, a vigilare con la massima attenzione e a stare attenti anche ad approcci amichevoli di soggetti non conosciuti che in realtà hanno come scopo solo commettere furti: nell’ultimo periodo, infatti, sono stati registrati vari episodi nelle abitazioni del territorio comunale, tra cui l’ultimo in questi giorni ad Ambra.
 
In caso di situazioni simili a quelle indicate, il primo cittadino invita a mettersi in contatto subito con l’amministrazione o le autorità competenti: Carabinieri, Polizia Municipale o Polizia di Stato.

 

Articoli correlati