17, Luglio, 2024

Necessari ulteriori chiarimenti sulla struttura della nuova biblioteca della Ginestra: la richiesta in una mozione firmata Bucci e Bucciarelli

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Nella seduta di lunedì, i consiglieri di Prima Montevarchi presenteranno la mozione sulla Ginestra, con la richiesta di relazioni tecniche, report sui consumi energetici e costi del personale, su interventi strutturali per aumentare la portata dei solai ai livelli minimi della normativa e la convocazione di un consiglio comunale aperto alla cittadinanza

Nuova richiesta di chiarimenti sulla sede della biblioteca al polo culturale della Ginestra. Questa volta la questione è oggetto di una mozione dei consiglieri Luciano Bucci e Cristina Bucciarelli, in vista del consiglio comunale di lunedì sera a Montevarchi. Nel documento, i due consiglieri di Prima Montevarchi sottolineano la necessità e il dovere verso i cittadini di fare definitiva chiarezza su una questione importante, in merito anche a rilievi e dubbi posti da altre fonti ed esponenti politici.
 
Il riferimento nelle premesse è legato al comunicato di un mese fa del gruppo Montevarchi Cambia Verso, “del quale fanno parte anche autorevoli esponenti del partito di maggioranza relativa e che assume un rilevante peso politico sia per fonte che, a maggior ragione, per i rilievi ed i quesiti che vi sono contenuti”. Inoltre, altri interrogativi citati nell’atto si riferiscono a quelli sollevati dai consiglieri presenti alla manifestazione contro la chiusura della biblioteca in via dei Mille lo scorso primo marzo.
 
Nella mozione, Bucci e Bucciarelli espongono le richieste al sindaco e all’assessore alla cultura: una relazione tecnica sulla disposizione del materiale bibliotecario nella nuova struttura, un report sui consumi energetici annuali e la loro quantificazione pecuniaria, i costi del personale e quelli manutentori, oltre a una relazione tecnica del dirigente comunale con la descrizione degli interventi strutturali necessari per aumentare la capacità di carico dei solai a quella minima indicata dalla normativa per le biblioteche.
 
Infine, viene richiesta la convocazione di un consiglio comunale aperto entro 15 giorni dall’approvazione dell’atto, per mettere a disposizione dei cittadini la documentazione e per dare loro la possibilità di manifestare la propria opinione ed eventuali proposte.
Nelle scorse settimane, l'amministrazione comunale ha annunciato l'inaugurazione del centro culturale per il prossimo maggio.

Articoli correlati