08, Agosto, 2022

“La Regione chieda lo stato di calamità per i danni della mosca olearia. Necessaria informazione preventiva”: la posizione del consiglio di Bucine

Più lette

In Vetrina

L’ordine del giorno è stato presentato nell’ultima seduta, a firma di tutti i gruppi consiliari di maggioranza e opposizione. Nel documento viene invitata la Regione a chiedere lo stato di calamità, oltre a prevedere una campagna preventiva

Un ordine del giorno a tutela dell'olio extravergine di oliva, un'eccellenza particolare del territorio. Il documento è stato presentato nell'ultima seduta di consiglio comunale a Bucine ed è stato sottoscritto da tutti i gruppi consiliari, sia di maggioranza che di opposizione, in seguito ai danni causati quest'estate dalla mosca olearia.

"Le gravi ripercussioni negative, che hanno messo in crisi famiglie e aziende, fanno riflettere sulla necessità di una maggiore attenzione all'agricoltura da parte degli organi competenti" – si legge in premessa – "Così da organizzare un efficiente sistema di informazioni preventive per combattere tali fenomeni e proteggere la produzione".

Da qui l'invito alla Regione Toscana a chiedere al Governo lo stato di calamità attraverso l'Assessorato all'agricoltura, di prevedere un sistema di monitoraggio e di informazioni capaci di prevenire questi danni informando aziende e agricoltori sulla temporalità e opportunità dei trattamenti da effettuare.

Nell'atto, il consiglio ha richiesto anche che "siano intraprese misure atte a favorire la diffusione di tecniche di prevenzione attraverso l'eventuale erogazione di contributi a parziale copertura di corsi con questo fine, in collabroazione con le principali associazioni di categoria. Infine, che sia altresì fatta educazione e informazione tra i cittadini circa i prodotti locali e le loro caratteristiche, come lo stesso olio extravergine di oliva, per favorirne il consumo e l'utilizzo".

 

Articoli correlati