30, Novembre, 2022

Il museo si fa ‘sensibile’: a San Giovanni due giornate di studio e riscoperta del patrimonio artistico

Più lette

In Vetrina

Si chiama “Il museo sensibile. Tra memoria del territorio e innovazione” l’iniziativa in programma a San Giovanni il 14 e 15 marzo. Un’attività del Sistema Museale del Valdarno, proposta e coordinata dal Museo Casa Masaccio, nell’ambito del progetto “Condivisioni: un patrimonio da tramandare alle nuove generazioni. Il Valdarno Superiore”

Due giorni di studio e di riscoperta del patrimonio artistico e culturale del Valdarno, rivisto però attraverso i nuovi mezzi di comunicazione e le nuove tecnologie. Venerdì 14 e sabato 15 marzo, a San Giovanni, si tiene l'iniziativa "Il museo sensibile. Tra memoria del territorio e innovazione", promosso dal Sistema museale del Valarno e coordinato dal Museo Casa Masaccio. 

Il primo appuntamento è per il 14 marzo dall ore 9.30 alle 19 in  Palazzo d’Arnolfo. Sarà un giornata di riflessione, sia con interventi teorici sia con presentazioni di alcune esperienze che si sono distinte nell'innovazione delle istituzioni museali e nella valorizzazione del territorio attraverso le nuove tecnologie della comunicazione. I nuovi media interattivi giocano un ruolo determinante nel racconto dell’opera d’arte e della memoria di un territorio, creando nuovi contesti di percezione. 

Sabato 15 marzo 2014, dalle 9 alle 18, si terrà invece un "Walk Show", esperienza immersiva con radio, smartphone e tablet, insieme agli stakeholder del progetto Il Museo sensibile, attraverso i luoghi del Sistema Museale del Valdarno, assaporando i prodotti tipici del territorio, con tappe diverse e trasferimenti in autobus. 

Articoli correlati