18, Luglio, 2024

Reggello e le frazioni devastate dal vento. Il sindaco Benucci: “Considerevoli i danni in tutto il territorio”

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Danni ingenti a Reggello e nelle frazioni. Centinaia di piante abbattute. Chiuse molte strade, lesioni alle coperture delle scuole e del campo da tennis, così come alla foresta di Vallombrosa che è irraggiungibile. Chiuso il presidio dell’Asl. Il sindaco Benucci: “Stiamo facendo la conta dei danni che sono ingenti. Pronti a chiedere lo stato di calamità”.

Una notte drammatica per Reggello. Il capoluogo e le frazioni sono state letteralmente devastate dal vento. E adesso gli operai del comune, dell’unione dei comuni, e della Città Metropolitana così come i volontari della protezione civile, la polizia municipale, i carabinieri, i vigili del fuoco ed il Corpo Forestale sono impegnati a riportare la situazione ad un minimo di normalità.
 
Centinaia infatti le piante abbattute dal vento che hanno bloccato strade e creato danni. Segnalati danni ai tetti delle scuole “Oriani” e “Guerri”. I danni più grossi però si sono verificati a Cascia: distrutta la copertura del campo da tennis, mentre il borgo è stato chiuso per i crolli di tegole e anche di una tettoia in legno.
 
A Vaggio un albero caduto sulla strada ha evitato per un soffio le auto. Stessa situazione lungo la strada di Pietrapiana, dove il vento ha abbattuto un cedro, stessa situazione lungo la strada che da Pietrapiana conduce a San Donato. Disagi sono stati segnalati anche nelle frazioni di Donnini e Sant’Ellero. La Città Metropolitana ha chiuso la Sp85 di Vallombrosa e la SP 86 di Reggello-Donnini-Tosi . La strada di Vallombrosa è ancora inagibile per la caduta delle piante.
 
La frazione montana è isolata e le notizie che giungono parlano di una situazione peggiore di quella del 2013 quando, sempre il vento, provocò una strage di piante.
 
Disagi anche per i servizi. A causa delle avverse condizioni meteorologiche che hanno causato la mancanza di energia elettrica ed anche del telefono è stato chiuso in mattinata il presidio di Reggello dell’Asl 10 e l'attività domiciliare è stata effettuata solo nelle zone raggiungibili.
 
Per quanto riguarda danni alle persone si registra il ferimento di due vigili del fuoco della caserma di Figline che sono stati colpiti dal palo in cemento della linea elettrica mentre stavano intervenendo sulla San Giovenale, per la caduta di un albero sulla strada.
 
“E’ stato un risveglio amaro – sono le parole del sindaco Cristiano Benucci – il vento ha provocato gravi danni in tutto il territorio comunale. Stiamo facendo la conta dei danni che sono ingenti, con lesioni a strutture pubbliche. Inoltre sono preoccupanti anche le notizie che giungono dal Corpo dello Stato per quanto riguarda la foresta di Vallombrosa. Siamo al lavoro per chiedere lo stato di calamità”.

Il governatore Enrico Rossi ha già chiesto lo stato di emergenza per tutto il territorio regionale.  

Articoli correlati