28, Giugno, 2022

Difesa del suolo e dissesto idrogeologico: nuovi fondi dalla Regione, finanziati due interventi in Valdarno

Più lette

In Vetrina

Al comune di Reggello vanno 32mila euro per la strada comunale di Poggio Alberti a Cetina; al comune di Loro Ciuffenna, invece, 230mila euro per la sistemazione del Fosso della Madonna

Sono due i progetti finanziati in Valdarno con le risorse della Regione messe a disposizione come contributi per interventi e progettazioni previsti dal Documento Operativo per la Difesa del Suolo 2021 approvato lunedì dalla Giunta Regionale. Il più consistente a Loro Ciuffenna: 230mila euro, con finanziamento al 100%, per lo stombamento e l'adeguamento della sezione idraulica del fosso della Madonna. Un altro finanziamento è andato invece a Reggello, 32mila euro per la progettazione esecutiva dell’intervento di consolidamento e bonifica a salvaguardia della strada comunale di Poggio Alberti in località Cetina.

“La Regione Toscana – commenta il capogruppo PD in Consiglio Regionale Vincenzo Ceccarelli – conferma il suo impegno concreto contro il rischio idrogeologico e per la difesa del suolo. E’ una risposta importante che la Regione riesce a dare ai territori, dimostrando non soltanto l’attenzione dovuta alle emergenze in corso, che hanno bisogno immediato di risposte, ma anche la lungimiranza di investire sulla prevenzione e sulla cura del nostro territorio. Con il Dods la Regione definisce finalità e obiettivi di intervento per la difesa del suolo. Al suo interno sono definite le opere idrauliche e idrogeologiche progettate o realizzate dalla Regione stessa, dagli enti locali o tramite i Consorzi di Bonifica. Il piano approvato dalla Giunta regionale, grazie al lavoro dell’assessora Monni, contiene risposte importanti e attese anche dal nostro territorio.”

Soddisfazione espressa anche dal consigliere regionale reggellese Cristiano Benucci: "Ancora una volta la Regione dimostra la massima attenzione alle esigenze di messa in sicurezza dal rischio idraulico e idrogeologico del nostro territorio, intervenendo con il suo strumento di programmazione annuale degli interventi attraverso l’erogazione di contributi. Ringrazio l’Assessore Monni per il lavoro che sta svolgendo per sostenere con continuità il finanziamento degli interventi necessari a rafforzare la sicurezza idraulica e idrogeologica del nostro territorio. Molto c’è ancora da fare, ma la strada è quella giusta: programmazione certa, risorse certe, capacità di progettazione da parte di Regione, Genio Civile, Consorzi di Bonifica, Comuni". 

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati