28, Settembre, 2022

Covid-19, l’impegno della Misericordia non si ferma: volontari partiti par aiutare la Lombardia

Più lette

In Vetrina

In tre resteranno cinque giorni a Milano. La Misericordia ha raccolto l’appello di quelle lombarde

Dopo la partenza ieri per Sesto San Giovanni di un equipaggio per trasferire un paziente no covid-19 nella terapia intensiva di Teramo, oggi la Misericordia di San Giovanni è stata chiamata a svolgere un altro importante servizio a Milano. Un'ambulanza con tre persone è partita per aiutare le Misericordie lombarde ormnai al collasso per l'emergenza coronavirus.

Andrea Sestini, Andrea Martinelli e Letizia Morandi resteranno in Lombardia cinque giorni.

"Abbiamo ricevuto dalle Misericordie della Lombardia un'accorata richiesta di aiuto – scrive la Misericordia di San Giovanni – I nostri confratelli lombardi sono da settimane imoegnati notte e giorno, ma adesso in questo momento di picco è loro richiesto uno sforzo sovrumano. In questa emergenza, sconosciuta prima d'ora, adesso dobbiamo vincere la paura che ci ha portato a blindarci ognunoi nel proprio territorio e riscoprire il senso vero di appartenere al movimento delle Misericordie".

Dalla Toscana sono 8 le ambulanze con relativi equipaggi attrezzati in partenza: oltre a quelli di San Giovanni anche gli equipaggi di Osimo (Ancona), Fiumara (Genova), Montale (Pistoia), Fucecchio (Firenze), Vaglia (Firenze), Livorno.

La Confederazione Nazionale Misericordie d’Italia: "Le Misericordie presenti nel resto d’Italia si sono attivate immediatamente subito dopo aver recepito l’appello della Confederazione Nazionale rivolgendosi alla Sala Situazione Nazionale, che nel frattempo aveva già iniziato una ‘ricognizione telefonica’ per comprendere le disponibilità. Grazie a questo sforzo del “movimento” è stata composta ed attivata la “missione di supporto” di ben 8 mezzi che saranno a disposizione di AREU (azienda regionale emergenza urgenza della Lombardia)".

"La durata della missione sarà di 5 giorni, si tratta di ambulanze BLSD con un equipaggio di 2 componenti ciascuna. Oltre a questo un pool di Fratelli della Misericordia di Fiumicino sarà disposizione della Croce Bianca di Milano. La Confederazione Nazionale delle Misericordie ha chiesto alle proprie affiliate di vincere la paura che spinge tutti naturalmente all’interno del proprio territorio e di riscoprire il senso di appartenenza al “movimento”. Questo ha risposto in modo splendido e le Sorelle e i Fratelli Lombardi non saranno più soli ad affrontare questa emergenza".

Articoli correlati