29, Giugno, 2022

Corso di formazione per volontari al centro sociale Il Giardino

Più lette

In Vetrina

Il corso, che sarà presentato sabato 22 marzo dalle 10 alle 12 al centro “Il Giardino” in via Roma a Figline, è finalizzato a sviluppare e migliorare nei volontari l’ascolto attivo delle persone, partendo da una riflessione sulle proprie motivazioni e attitudini personali

Partirà a primavera, al centro sociale “Il Giardino” di Figline, un corso di formazione rivolto ai volontari attivi, responsabili di associazioni di volontariato e aspiranti volontari. Si tratta di un progetto promosso da Cesvot in collaborazione con Comune di Figline e Incisa Valdarno, associazione “Il Giardino”, associazione “Aseba”, Auser, Avo, Società Salute Sud-Est, cooperativa sociale “Lettera Otto”.

Il corso, che sarà presentato sabato 22 marzo dalle 10 alle 12 al centro “Il Giardino” in via Roma a Figline, servirà a sviluppare e migliorare nei volontari l’ascolto attivo delle persone, partendo da una riflessione sulle proprie motivazioni e attitudini personali. Inoltre il percorso si propone di fornire strumenti di riconoscimento del disagio delle persone con cui entrano in contatto.

Gli appuntamenti sono fissati tutti al giovedì dalle 16,30 alle 19, in particolare il 10 aprile su “L’ascolto di se stessi”, il 17 su “Quanto mi conosco?”, il 24 aprile su “Ascoltare l’altro”, l’8 maggio su “L’ascolto attivo”, il 15 su “Riconoscere i segnali della sofferenza nelle persone colpite da dipendenza o disagio mentale”, il 22 maggio su “Riconoscere i segnali della sofferenza nelle persone colpite da una malattia fisica o disabilità”, il 29 su “Come proteggermi dalla sofferenza di chi mi sta accanto?”; sabato 7 giugno si terrà il seminario di chiusura per un’analisi definitiva sul percorso svolto. 

La partecipazione è prevista fino ad un massimo di 30 iscritti; in base alle esigenze formative e organizzative del corso, i responsabili selezioneranno le domande. Coloro che sono interessati a partecipare devono inviare la scheda di iscrizione alla segreteria organizzativa entro il 3 aprile. 

Articoli correlati