28, Settembre, 2021

Cambia il servizio di raccolta dei rifiuti: incontri con i cittadini per presentare la tessera “6Card”

spot_img

Più lette

Lunedì 8 aprile, in due appuntamenti diversi alle 18 e alle 21, al Palazzetto dello sporto ci sarà la presentazione del nuovo servizio per i residenti dei quartieri della Gruccia, del Giglio e del Centro storico

Arrivano le tessere elettroniche per l'accesso controllato ai cassonetti dei rifiuti in alcune zone di Montevarchi: l’Amministrazione comunale, in collaborazione con il gestore SEI Toscana, nelle prossime settimane darà avvio ad una importante riorganizzazione del servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani, con l’obiettivo di aumentare la percentuale di raccolta differenziata. 

Saranno progressivamente sostituiti gli attuali cassonetti stradali con altri contenitori ad accesso controllato. Tutti i nuovi contenitori saranno dotati di sistemi informatizzati che, a regime, consentiranno di associare ogni conferimento alla singola utenza e, in futuro, permetteranno di calibrare la tariffa sulla base dei rifiuti effettivamente prodotti e sulla concreta volontà dei cittadini di effettuare la raccolta differenziata.

Per conferire i rifiuti sarà obbligatorio per tutti l’utilizzo di una tessera denominata 6CARD. Si tratta di una tessera associata all’utenza Tari che sarà inviata per posta con le relative spiegazioni sul suo funzionamento. Nella prima fase di attivazione comunque i cassonetti resteranno aperti come oggi ancora per alcuni mesi, in modo da dare tempo alle persone di verificare e imparare il nuovo sistema di conferimento dei rifiuti.

Tutta la nuova organizzazione e procedura sarà illustrata dall’Amministrazione comunale e da Sei Toscana in specifici incontri nelle varie zone della città, sulla base di un programma temporale di installazione dei nuovi cassonetti. La prima presentazione del nuovo servizio è rivolta agli abitanti dei quartieri della Gruccia, del Giglio e del Centro storico e si svolgerà lunedì 8 aprile alle ore 18 e alle ore 21, in modo da permettere a tutti i residenti dei tre quartieri di partecipare.

 

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati