27, Novembre, 2022

Bilancio 2014, l’amministrazione: “Nuove opere pubbliche e impegni per sgravi sulle tasse comunali”

Più lette

In Vetrina

Nelle scorse settimane il consiglio comunale di Rignano ha approvato il bilancio di previsione 2014. Finanziate opere pubbliche importanti e salvaguardia del sociale. L’assessore al bilancio: “Primo comune della zona ad utilizzare la nuova procedura contabile che ha permesso di ridurre i vincoli del patto di stabilità”. Agevolazioni sulla tasi e maggiori spese del Comune per i servizi alla persona. Il sindaco Daniele Lorenzini: “Un bilancio che guarda al futuro della nostra comunità”.

Un bilancio ambizioso e con misure concrete per la città e i cittadini. Questa la sintesi fatta dal sindaco Daniele Lorenzini e dall'assessore al bilancio Gianfranco Scipioni sull'atto programmatico approvato nei giorni scorsi dal consiglio comunale di Rignano.

Una rivoluzione che comincia dalla stessa impostazione del bilancio: Rignano infatti è stato l'unico Comune nel Valdarno Fiorentino ad aver applicato il nuovo metodo contabile, anticipando l'entrata in vigore prevista dal Governo per il prossimo anno. "E' servito molto lavoro insieme agli uffici ma questo ci ha permesso per questo anno – come premio – di sbloccare molti vincoli legati al patto di stabilità. Allo stesso tempo abbiamo maturato un'esperienza che può essere spesa nel pubblico".

Per quanto riguarda le misure attuate con l'atto di previsione, il Comune ha mantenuto inalterato il livello di tassazione e previsto agevolazioni per la Tasi che hanno impegnato circa 60mila euro delle casse comunali: per rendite catastali fino a 450 euro, la Tasi sarà sui livelli dell'imu prima casa 2012. 

Rimangono inalterati i servizi e per alcuni di essi, come la mensa scolastica, aumenta la spesa comunale per non gravare sulle tasche delle famiglie: "Garantendo una mensa di alta qualità per i nostri bambini, grazie alla gestione diretta che sta dando ottimi risultati" sottolinea Scipioni. Misure rese possibili grazie anche al contenimento della spesa. 

Anche il sindaco di Rignano, Daniele Lorenzini, è soddisfatto e parla di un "bilancio che guarda al futuro del paese e della comunità, che mantiene inalterati ed in alcuni casi potenzia il livello dei servizi alla persona. Allo stesso tempo permette di finanziare importanti opere pubbliche".

Tra queste sono da segnalare: il percorso pedonale da Piazza Martiri al Centro Sociale l'Aquilone (costo 121 mila euro e inizio lavori previsto a settembre); il nuovo giardino e orto didattico sempre del centro sociale (60mila euro coofinanziato dalla Regione, inizio previsto a novembre); risistemazione delle strade e dei marciapiedi; ed il risanamento acustico della scuola media del capoluogo (costo oltre 133mila euro, finanziato dalla Regione).
 

Articoli correlati