02, Dicembre, 2022

M5S e Rifondazione: “Ecco tutta la verità sui rimborsi benzina dei dirigenti di Aer”

Più lette

In Vetrina

Lorenzo Naimi e Piero Caramello del Movimento 5 Stelle di Figline e Andrea Calò consigliere comunale di Rifondazione comunista a Reggello tornano sulla vicenda Aer. Resi noti i rendiconti, i luoghi di destinazione e i chilometri effettuati e i relativi rimborsi del presidente Silvano Longini

"Mentre siamo in attesa che il vertice di Aer si dimetta, per manifesta incapacità gestionale, e vengano chiariti i confusi assetti societari, gli incarichi, i presunti conflitti di interesse, i costi degli amministratori e  l’assenza di trasparenza nella complessa società a partecipazione pubblica, finalmente arrivano nel dettaglio i chiarimenti richiesti sui rimborsi spesa per uso auto propria percepiti dal presidente del Cda di Aer spa pari a euro 8.483,37 e dal direttore generale di Aer spa pari a 3.023,46". Sulla vicenda Aer e su quella dei rimborsi intervengono Lorenzo Naimi e Piero Caramello del Movimento 5 Stelle di Figline e Andrea Calò consigliere comunale di Rifondazione comunista a Reggello dati e cifre alla mano.

I compensi e i rimborsi hanno indotto il Movimento 5 Stelle e Rifondazione comunista ad accedere alle spese e alle motivazioni. Prima però i consiglieri ricordano quanto affermato dallo Longini per spiegare i rimborsi benzina: “… Per quanto mi riguarda non dispongo della macchina di servizio e mi sposto sempre con la mia e il rimborso mi sembra logico e normale…”, aggiungendo che “… i viaggi erano “in giro per la Toscana”…”.

M5S e Rifondazione, quindi, spiegano dati alla mano:

"Larghissima parte dei chilometri effettuati da Longini e per i quali sono stati chiesti i rimborsi sono stati nel 2013 per andare da casa a lavoro. 62,4 chilometri al giorno che vengono considerati “fuori Comune” e rimborsati con il metodo Aci: la società mista paga al presidente, ex sindaco di Figline, 0,53 euro a chilometro. Tradotto: 33 euro a viaggio per raggiungere la Rufina. Per andare a Firenze invece 118,5 chilometri: 62,805 euro.
I viaggi più lunghi, e sono pochi, sono per andare alla sede di Revet a Pontedera – 228,2 chilometri – e una volta a Barberino del Mugello nella sede di Tele Iride: 150 chilometri".

“Poi da luglio a dicembre risultano rimborsati solo viaggi per andare a lavoro, praticamente tutti i giorni lavorativi dell’anno persino il 24 dicembre e il 31 dicembre. Più sporadici i rimborsi benzina del direttore generale Giacomo Erci, anche se in questo caso, dai resoconti emergono alcuni rimborsi per riunioni di Crcm, società partecipata da Aer con sede a Terranuova che si occupa del riciclo della carta per conto di Aer e la quale vede come vicepresidente proprio Giacomo Erci. È normale tutto ciò?”, si domandano i consiglieri.

“La legge molto probabilmente offre questa opportunità a manager di società anche semipubbliche. Resta però il dato politico: è accettabile che un amministratore nominato dalla politica e già con un lauto stipendio – 44mila euro lordi Silvano Longini 122.053 Giacomo Erci – si faccia rimborsare anche la benzina per il tragitto casa – lavoro, conteggiando in alcuni casi anche poche centinaia di metri di differenza, o per andare in un’altra società di cui è amministratore? La verità è che il limite della sopportazione e del decoro è già stato ampiamente superato da questa dirigenza e da politici che sembrano intoccabili”.
 

Articoli correlati